Donna moderna
Prima & Dopo

Il colore ricrea gli spazi in una ex fabbrica trasformata in casa di corte

Dal recupero di una ex cartiera nasce una casa su 2 livelli studiata per una famiglia di quattro persone (più nonni in visita). Tra stile e colori inglesi, avvolgenti e tutt'altro che scontati.

 

Dopo dieci anni passati per lavoro a Londra e vissuti in una tipica casa con giardino interno, Silvia e il marito sono tornati a Milano con gli occhi e il cuore ancora pieni dei colori dei prati inglesi e dei cieli azzurro-grigi che considerano tanto romantici... L’idea di trasferirsi in un classico condominio senza verde non l’hanno neanche presa in considerazione. Lungo il Naviglio Pavese era in fase di completamento un magnifico recupero di una storica cartiera con 3 corti interne... detto, fatto: acquistano un appartamento di 3 locali a piano terra con affaccio sul verde. All’arrivo delle gemelle, però, gli spazi si fanno stretti e, con i nonni lontani ma desiderosi di far visita spesso, Silvia trova, sempre qui, una casa su due piani molto grande, con una terrazza a loggia da vivere per più di metà dell’anno e un piano superiore a mansarda con travi a vista.

Le scelte fatte

Con l’architetto Maria Cagnoli si decide di rivedere la distribuzione dei locali creando un maxi living con cucina a vista e tanti spazi di servizio al piano di sotto, e di realizzare al piano di sopra due suite senior e junior con spazi relax in comune.

Il tocco di stile

I colori, le finiture, la cucina, armadi e librerie, oltre a divano e letti erano già stati definiti: Vanessa è intervenuta con tessili, quadri, decori, complementi e carte da parati per ammorbidire e personalizzare ogni stanza. Seguendo e arricchendo la palette di colori del cuore di Silvia & family.

«Quando Vanessa mi ha proposto di dipingere travi e soffitto di bianco ero titubante perché l’effetto legno a vista mi piaceva. Mi sono ricreduta: ora gli ambienti sembrano piu grandi e luminosi!»

 

 

Testi

Elena Favetti

Progetto

Arch. Maria Cagnoli, HUS (hus.it)

Stylist

Vanessa Pisk Studio

Foto

Giandomenico Frassi