Donna moderna
Progetti degli architetti

Invertire la zona giorno con quella notte per ‘vivere’ il terrazzo

Lo spazio all'aperto era poco sfruttato perché vi si accedeva dalle camere. Ora il dehors è collegato al soggiorno e il modo di viverlo è cambiato.

Il grande terrazzo affacciato sul verde era il punto di forza di questo appartamento, ma ci si accedeva soprattutto dalla zona notte. Senza contare che le camere erano fin troppo grandi per le esigenze della famiglia (genitori e un bambino). L'idea era di razionalizzare gli spazi creando un grandissimo living con cucina a vista ma separabile dal salotto e con accesso diretto al terrazzo, e creare lavanderia e cabina armadio, oltre a una stanza da adibire a studio e camera per gli ospiti.

Il progetto

Abbattuti tutti i tramezzi, la maxi zona giorno viene progettata in modo da affacciarsi in esclusiva sul terrazzo.Il living ha il soggiorno diviso dalla cucina-pranzo con un bancone più parete vetrata. Accanto all’ingresso (con armadi a muro per i cappotti) ci sono la cameretta e la stanza ospiti. La zona notte è tutta sull’interno e ospita anche la lavanderia nel bagno grande e la cabina armadio nella stanza matrimoniale. La camera padronale è collegata all’ex ripostiglio, che è ora la cabina armadio. Nella parete di fronte al letto, una nicchia ospita la zona studio. Il bagno grande ha guadagnato una maxi nicchia (‘rubando’ spazio alla camera matrimoniale): al suo interno è stato inserito il mobile lavanderia che accoglie lavatrice e asciugatrice e sotto la finestra c’è la vasca. I due ripostigli sono stati ricavati all'ingresso sottraendo 60 cm alla cameretta. Lo studio con scrivania sotto-finestra, ma anche camera per gli ospiti o la babysitter, grazie al divano letto.

Le scelte di stile

Innamorati della Puglia, i proprietari volevano portare un po’ di Salento a casa loro: l’ispirazione e il mood scelto dall’architetto, dunque, arriva dalle masserie, con il bianco totale spezzato da pavimenti (Clio Parquet) e piani in legno chiaro fiammato, al quale si aggiunge il tocco industrial della parete vetrata. Nel bagno piccolo sono state accostate le piastrelle bianche diamantate di gusto inglese al pavimento in grès effetto cementina in bianco e biscotto che riprende l’essenza del legno del top con i due lavabi.

Vuoi ricreare l’atmosfera di questa casa? Gli elementi fondamentali sono 3:

  1. Il parquet di recupero dal grande impatto visivo, come quello in rovere antico della collezione Listoni Antico e dalle tonalità calde ricche di venature: i listoni sono recuperati da antichi masi e restaurati manualmente [Cadorin].
  2. la parete a pannelli scorrevoli industrial: sistema scorrevole Soho con pannelli che mixano il mood giappone e lo spirito industrial caratterizzati da struttura e traversi in alluminio più tamponature in vetro [Rimadesio].
  3. le finestre bianche come la portafinestra in pvc a doppio battente Squareline dal profilo sottile ed essenziale e dalla aumentata superficie vetrata associati a ottimo isolamento termo-acustico, nonché classificata in classe A [Oknoplast].

 

BUDGET*

  • Demolizione tramezzi, rivestimenti, infissi, impianti, porte e sanitari €4.800
  • Costruzione tramezzi e sottofondo per posa parquet €20.000
  • Realizzazione controsoffitti €6.000
  • Rasatura a gesso e imbiancatura pareti e soffitti €12.000
  • Impianto idrico con 12 punti acqua €9.000
  • Impianto elettrico con 100 punti luce e quadro €6.000
  • Infissi: fornitura e posa porte e serramenti esterni €24.000
  • Pavimento: fornitura e posa parquet €12.300
  • Impianto condizionamento e caloriferi €7.900

totale (iva esclusa) €102.000

* il preventivo si riferisce a questo progetto; l’immobile si trova a Milano

Guarda anche
Arredo esterni

Come arredare il terrazzo grande

Testi

Selina Bertola

Progetto

Selina Bertola

Ti potrebbe interessare