Donna moderna
Assistenza Casa

Cosa devi sapere sull’impianto del bagno

Non è sempre facile capire se il tuo nuovo impianto idrosanitario sia stato realizzato correttamente o meno. Ma i dubbi non mancano nemmeno a chi ha un impianto un po’ datato: sarà ancora in salute?

Per questi motivi è importante sapere quale documentazione ufficiale richiedere al tecnico abilitato che esegue i lavori per essere sicuri che tutto sia a norma, ma è utile anche capire come funziona l’impianto per sapere quando è davvero indispensabile l’intervento dell’idraulico.

STO RISTRUTTURANDO: CHE COS’È LA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ?

Se rinnovi l’impianto idrosanitario devi chiedere al tecnico di rilasciarti la cosiddetta ‘Dico’, cioè la Dichiarazione di Conformità. È un documento obbligatorio per legge, serve a certificare che il tuo impianto è stato progettato e installato a regola d’arte.

MI SERVE UNA ‘DICO’ ANCHE PER LA SEMPLICE MANUTENZIONE?

Se si tratta di ‘manutenzione ordinaria’, come la sostituzione di un rubinetto, il tecnico non è tenuto a rilasciarti la Dichiarazione di Conformità, mentre in caso di manutenzione straordinaria, come per un ampliamento o una modifica importante all’impianto con sostituzione di alcune tubazioni, il tecnico non solo dovrà rilasciarti una Dico relativa al lavoro che ha effettuato, ma dovrà anche verificare che l’impianto generale su cui è intervenuto (e per il quale dovresti già avere una prima Dico legata alla sua posa) sia a norma.

DEVO CHIAMARE L’IDRAULICO SE CALA LA PRESSIONE DAI RUBINETTI?

Se esce meno acqua (e magari meno limpida del solito) e avevi già pulito i rompigetto, è bene chiamare un tecnico. Le cause del problema possono essere due.

  1. Se la pressione ridotta riguarda l’acqua calda, potrebbe esserci un intasamento dello scambiatore sanitario dello scaldabagno (che andrà pulito con i prodotti specifici che ti consiglierà il tecnico).
  2. Il calo di pressione dell’acqua fredda invece potrebbe essere causato da incrostazioni calcaree e scorie provenienti dalle tubazioni metalliche della rete dell’acquedotto (ci sono stati recenti lavori stradali o condominiali?). Dopo aver rimosso l’occlusione, va installato un filtro a monte dell’impianto interno della casa.

massimo «Mi capita spessissimo di trovare impianti obsoleti di 30 anni fa con
Termoidraulico della Rete di Assistenza Casa dal 2015

 

Massimo, termoidraulico della Rete di Assistenza Casa con 30 anni di esperienza ci conferma che molto spesso trova impianti obsoleti con tubi in ferro zincato (un metallo soggetto a forte usura quando è a contatto con l’acqua), che sono ormai evidentemente ‘a fine corsa’.
Per evitare brutte sorprese, consiglia di sostituirli al più presto con tubazioni di nuova generazione in polipropilene. Per non parlare poi di quegli impianti con più di 50 anni che possono avere gli scarichi in piombo, un metallo arcinoto per essere tossico e che andrebbe rimosso immediatamente.

 

A disposizione dei lettori di CasaFacile c’è un grande network di artigiani in grado di metterti al riparo da imprevisti e malfunzionamenti. Scopri le soluzioni offerte da Assistenza Casa per te a prezzi speciali su casafacile.it/speciale/assistenza-casa

Ti potrebbe interessare