Donna moderna
Consigli e soluzioni

L’importanza della pacciamatura

La pacciamatura, soprattutto se parliamo di quella organica, è una buona pratica biologica che tutti dovrebbero attuare in giardino!

Coprire il terreno di coltivazione è una tecnica utile e necessaria? La risposta è sì, eccome!  Non se ne può davvero fare a meno, tanto in giardino quanto nell’orto. È una buona pratica biologica che tutti dovrebbero attuare e che produce effetti anche in un orto coltivato per hobby. In termini di energie e fatica, ecco quali sono i vantaggi:

  • rallenta l’evapo-traspirazione del terreno si ha un’ottimizzazione delle risorse idriche;
  • soffoca le erbacce, che così faticano a trovare aria e luce meno competizione, meno manutenzione;
  • protegge dagli stress termici l’apparato radicale delle piante si ottiene una protezione più forte;
  • migliora il terreno e stimola le attività micro-biologiche del suolo piante più sane e robuste;
  • tutto è molto ordinato e piacevole si raggiunge un effetto ornamentale non trascurabile.

LE PACCIAMATURE PIÙ COMUNI

  1. Cippato di ramaglie: riscoperto da poco dall’agricoltura bio, utilizza soltanto rametti giovani di potatura che vengono sminuzzati e incorporati nel terreno di semina e di trapianto che portano al raccolto senza usare mai, o quasi mai, l’acqua di irrigazione, in linea con i principi della permacultura. Come è possibile? Perché il cippato di ramaglie, detto anche ‘alla francese’, migliora la struttura del terreno e la sua capacità di assorbire acqua, mantenendolo umido più a lungo. Usalo anche in vaso, con uno strato di almeno 5 cm ottieni risultati migliori.
  2. Corteccia di pino: evita quella troppo grande e grossolana, usa quella a pezzatura piccola (8-15 mm), molto più decorativa.
  3. Gusci di nocciola: formano una copertina insolita ma tutto sommato originale e piacevole, e sono molto lenti a decomporsi.
  4. Lapillo vulcanico: molto ornamentale, si usa spesso nelle aiuole. Apporta elementi minerali e migliora qualità e fertilità del terreno.
  5. Foglie morte: non buttarle! Volta pagina e scopri quante cose puoi fare con le foglie cadute.

 

Guarda anche
Consigli e soluzioni

Le siepi da potare alla fine dell’estate

Testi

Davide Cerruto (Lefty Gardens)

Ti potrebbe interessare