Donna moderna
Giardinaggio

Come coltivare l’Agapanthus

Davide Cerruto

Davide Cerruto  •  Leftygardens

Blogger CF Style

Quando le temperature superano i 30° è il momento in cui entra in scena l’Agapanthus, il fiore dell’estate (e dell’amore).

Quando pensi all’estate, qual è il primo fiore che ti viene in mente? Per me non c’è dubbio: è l’Agapanthus. Adoro i suoi enormi globi azzurri come il cielo e quando li vedo in giro capisco che non c’è altro tempo da perdere: è l’ora di prendere il sole.

È una di quelle piante che vorrei sempre in un giardino, peccato soltanto che i suoi fiori durino così poco, almeno nei nostri climi temperati. Ma oltre ai fiori c’è di più. L’Agapanthus ti viene in soccorso in aiuola con la sua struttura; il suo splendido fogliame arcuato e nastriforme dura fino all’autunno (spesso persiste anche in inverno, se non fa troppo freddo) formando cespugli folti e rotondi che riconosci al volo. Se poi pensiamo che il suo nome deriva dalle parole greche agàpe (amore) e ánthos (fiore), l’Agapanthus è ufficialmente la pianta dell’amore: impossibile farne a meno,

Se c’è il sole, c’è tutto

L’Agapanthus africanus è partito dal continente nero per poi essere scoperta e coltivata dagli europei, che ne hanno tirato fuori centinaia di varietà: grandi con steli lunghi, compatte con steli tozzi, sempreverdi, spoglianti, variegate, rifiorenti. La pianta ha radici tuberose progettate per immagazzinare le riserve che le permettono di resistere alle avversità e al clima secco. E infatti l’Agapanthus in piena terra cresce bene con il giusto mix di cura e incuria, nel senso che non pretende di essere seguita h24 ma si accontenta di una blanda supervisione. Il controllo dev’essere un po’ più costante in vaso, dove le condizioni possono diventare estreme anche per un tipo tosto come lui.

Come e con chi

L’Agapanthus sta bene da solo o in combinazione con altre piante che amano il sole. I suoi compagni di terra preferiti sono erbacee perenni a fiore semplice, come Rudbeckia fulgida e Helenium autumnale, specie nei toni del giallo e dell’arancio, che creano un piacevole contrasto con il blu intenso dei fiori dell’amore.

 

Hai bisogno di consigli sulle piante o su come progettare il giardino? Qui trovi consigli utili

 

Testi

Davide Cerruto

Foto

Plantipp

Ti potrebbe interessare