Donna moderna
Giardinaggio

Come ricreare un giardino mediterraneo a casa tua

Sara Malaguti

Sara Malaguti  •  Flowerista

Blogger CF Style

Il giardino mediterraneo è legato all’idea di un luogo ricco di colori e profumi che si armonizzano tra loro per creare spazi suggestivi ed emozionanti. Enrica, interior designer e founder dello Studio Paz Garden, ci racconta come ricrearlo a casa propria, regalandoci qualche consiglio sul tipo di vegetazione e sugli arredi da scegliere.

Per chiunque si appresti a realizzare un giardino, e nel caso del giardino mediterraneo in particolare, la prima cosa è certamente valutare la posizione in cui dovrà sorgere. Cercare di studiare bene la luce e le ombre, l’esposizione o meno al vento. Queste informazioni sono fondamentali per poter scegliere le essenze vegetali giuste.

Per quanto riguarda la scelta vera e propria, non possono mancare le piante aromatiche o erbe officinali - molte delle quali presenti nella flora spontanea dei paesi a clima mediterraneo- ma anche piante ad alta resistenza al vento e alla salsedine, abituate a sopravvivere a lunghi periodi di aridità. Proprio per questo motivo, il giardino mediterraneo non prevede l’inserimento di piante ad alto fabbisogno idrico.

Inoltre,bisogna prediligere la presenza di alberi da frutto, da sempre legati all’auto-produzione del cibo. Una soluzione interessante per disporre la vegetazione e valorizzare la biodiversità è l’alternanza di piante aromatiche tipicamente dai volumi rigidi con piante “wild” dal portamento leggero, come le tantissime specie di graminacee, piante rustiche perfette anche per chi è convinto di non avere il “pollice verde”.

Per quanto riguarda gli arredi e gli elementi di design, in un giardino di ambientazione mediterranea si prediligono materiali naturali e tinte neutre. I vasi di terracotta sono un richiamo molto forte alla rusticità dello stile e alla voglia di interagire manualmente con il giardino. Posizionati in punti focali, sparsi qua e là oppure di dimensioni diverse tra loro, aggiungono certamente un tocco di bellezza “handmade” che racconta subito la storia di un giardino vissuto e non creato solo per essere guardato.

Non possono infine mancare cesti contenitori e vassoi in fibre vegetali, sempre utili e coordinati magari a complementi in ceramica artigianale, per ricreare subito un’immediata sensazione di vacanza o gita in campagna. Anche la presenza di piccole casse dedicate allo spazio per l'orto potrebbero diventare un elemento di arredo da considerare in fase di progettazione o installazione.

Come ultimi elementi ritroviamo anche la presenza dell’acqua e dell’ombra, che da sempre nei paesi a clima mediterraneo sono concettualmente legati all’idea di benessere e prosperità. Andrebbe considerato un elemento ombreggiante per fruire dello spazio giardino anche durante le ore più calde del giorno. Potrebbe trattarsi di un piccolo pergolato, ma a seconda degli spazi anche un ombrellone molto bello può fare la differenza, quando vogliamo rilassarci in giardino!

L’effetto scenico di queste associazioni botaniche ed architettoniche, unite al profumo unico del vostro giardino, vi renderà davvero felici, ne siamo certi!

Testi

Sara Malaguti

Foto

Vito Lauciello di SoulGreen per Studio Paz Garden

Ti potrebbe interessare