Donna moderna
Giardinaggio

Aloe: la scelta giusta per pollici poco verdi

Usata come rimedio medico già ai tempi di Sumeri ed Egizi, l’aloe oggi è sempre più apprezzata come pianta da appartamento.

L'aloe purifica l’aria ed è facile da coltivare. Chiara Dester, del vivaio Garden Dester di Manerba sul Garda (BS) coltiva aloe e la usa per produrre rimedi naturali, e qui ci insegna a farla vivere al meglio.

nome botanico: Aloe barbadensis
nome comune: Aloe vera Miller famiglia: Aloeacee
origine: Africa e Asia medio-orientale
dimensioni medie: cm 80/120h
temperatura: da 5 a 28 °C

Caratteristiche

L’aloe è una succulenta che conta centinaia di specie. Quelle più diffuse sono l’aloe vera (o a. barbadensis), composta da lunghe foglie carnose lanceolate, contenenti un gel trasparente, e dai bei fiori gialli; e l’aloe arborescens, riconoscibile per il portamento a cespuglio, il fusto legnoso e le tante ‘rosette’ fogliari cariche di spine e fiori rosso-arancio.

Come si coltiva in vaso

Durante i mesi invernali tienila in casa vicino alla luce e bagnala circa una volta al mese. In estate, aumenta le innaffiature, senza esagerare. Cresce rigogliosa con il terriccio asciutto, patisce quello fradicio. rinvaso Ogni 2/3 anni, in primavera.

Dove tenerla

Ama i luoghi secchi in piena luce, ma fai attenzione quando la porti sul terrazzo: i raggi diretti del sole potrebbero scottarla.

Riproducila per talea

Taglia una foglia sana con un coltello sterilizzato, dall’alto verso il basso. Falla cicatrizzare per 10 giorni su un foglio di carta, poi inserisci 1/3 della foglia in un vaso con terra per cactus inumidita. Tienila all’ombra e dopo 4 settimane, spunterà un germoglio alla base.

Come curarla

Cosa fare dopo l’inverno? Verso aprile, porta la pianta all’esterno in una posizione semi-ombreggiata e riparata. Togli le foglie avvizzite, poi bagna con regolarità e dai un concime ricco di fosforo e di potassio. Quando bagnarla? Solo quando la terra è del tutto asciutta.

Come usare il gel contenuto nelle foglie

Si estrae facilmente dalle foglie recise e si usa per produrre creme contro i problemi cutanei, ma anche cosmetici, fertilizzanti e gustosissimi frullati. Per saperne di più sull’aloe visita gardendester.it

Guarda anche
Consigli e soluzioni

Moltiplica le tue piante con le talee in acqua

Testi

Silvia Magnano

Progetto

disegni: Silvia Magnano

Foto

living4media/La Camera Chiara

Ti potrebbe interessare