Donna moderna
Prima & Dopo

Una casa romana con grandi vetrate, arredi rosa e decorazioni con i washi tape

Prima&dopo a casa della nostra blogger Anabella di My Washi tape. Un appartamento dominato da vetrate in stile coloniale che affacciano su un giardino tropicale e una grande terrazza.

L’appartamento è inserito in un contesto condominiale dotato di piscina e aree verdi. Il focus sono le grandi vetrate in stile coloniale che dissolvono il confine tra interno ed esterno e dominano tutta la zona living.

Dal soggiorno openspace si accede alla biblioteca che delimita la zona notte composta da camera matrimoniale, bagno e cameretta condivisa. All'esterno, affacciato sul terrazzo, c'è lo studio workroom di Anabella.

L'intero mood della casa è costruito sulle nuance del rosa, nel salotto infatti spiccano il divano Fly e le sedute Nido di Vibieffe.

L'idea creativa?

Realizzare i quadri applicando i nastri adesivi MT Masking Tape su una tela, dei veri pezzi unici, come quelli creati da Silvia Raga. Oppure usarli per un'originale tovaglia per la tavola. Si inizia dal centro e si alternano dimensioni e colori. Le bolle d’aria si eliminano passando piano un righello.

La camera, a differenza delle altre stanze, non è molto grande. La stylist Cristina Gigli, ha pensato di rendere più scenografiche la cornice della porta e la testiera del letto. Sfoderati i washi tape si è passati subito all’azione. Con la linea Casa di MT Masking Tape si può davvero cambiare faccia a una stanza, la porta e la testiera del letto si sono arricchite di fasce dorate e rosa. Sbagli? Stacca e riprova!

Anche in biblioteca i washi tape sono protagonisti con la linea, effetto carta da parati, della nuova linea con disegni storici di William Morris. Nella cameretta condivisa lo spazio è letteralmente diviso in due dal colore. Azzurro da un lato e rosa dall'altro.

 

Se vuoi saperne di più, guarda il video di questo prima&dopo sul sito di CasaFacile. 

 

Guarda anche
Decorare

Fai-da-te con i washi tape

Testi

Grazia Caruso

Stylist

Cristina Gigli

Foto

Giandomenico Frassi

Ti potrebbe interessare