Donna moderna
Prima & Dopo

Scelte cromatiche per mettere in risalto gli arredi viola

La casa aveva arredi di design dai toni forti: viola, prugna, blu balena. La stylist li ha 'addolciti' con scelte cromatiche inedite.

Una casa luminosa con grandi finestre e ampi spazi. Pavimenti in marmo screziato nella zona giorno e parquet in rovere nelle camere da letto. È in questo contesto che la padrona di casa ha trasferito i mobili ‘importanti’ che aveva comprato nel tempo: pezzi storici del design in colori inusuali: bordeaux, viola, blu balena.

Ma una volta trasferita, si è resa conto che la scelta di dipingere di bianco le pareti e lasciare scoperti i pavimenti, anziché dare risalto agli arredi, creava un effetto showroom: divani, madie, tavolini sembravano perdersi in questi spazi al limite dell’asettico. Grazie all'aiuto della nostra stylist Vanessa Pisk, gli arredi e gli ambienti sono armonizzati e più caldi.

Le scelte fatte

Vanessa è partita dai colori ‘difficili’ di contenitori e imbottiti e ha studiato una palette di tonalità raffinate e inusuali che aggiungessero dolcezza. Scelte tutt’altro che scontate: avreste mai pensato di dipingere di grigio antracite
le pareti di una stanza che ha un divano viola e uno prugna? E di aggiungere tocchi di arancio e senape?  Che amiate o meno i colori intensi, apprezzerete le scelte tutt’altro che banali di Vanessa: insegnano che tutte le tonalità possono ‘coabitare’, a patto che si sappia miscelarle.

L'ingresso era poco ospitale con il mobile scuro e le sedie bianche come le pareti. Vanessa ha osato con il color Fumo di Londra sui muri e il rubino a terra (il tappeto riprende le venature rosa del pavimento in marmo), a contrasto con tocchi giallo acido. Perfetto lo specchio, accessorio chic in ingresso e la storica lampada Parola, disegnata da Gae Aulenti e Piero Castiglioni nel 1980 per FontanaArte, che ha bisogno di un fondo scuro sul quale risaltare. 

Stesso discorso per la sala da pranzo. Non si può certo dire che i pezzi presenti in questa stanza fossero brutti, però mancava qualcosa a raccordarli. La paglia delle sedie stonava ed è stata sostituita con un’intelaiatura moderna che unisce nero e viola e diventa tocco di stile. Il mobile laccato è messo in risalto dal tappeto e dalla carta da parati.

La cucina è organizzata con colonne e pensili a tutta altezza in bianco in modo che non risultino incombenti. La fascia paraspruzzi è realizzata con una lastra in acciaio inox superlavabile e le altre pareti sono rivestite con piastrelle mix&match stile cementine. 

A contrasto con lo stile della casa, nella camera della figlia, la base di partenza è rimasto il bianco. Per non rendere l'ambiente anonimo, Vanessa l'ha reinterpretato con tocchi di rosa.

La camera padronale gioca invece con i colori scuri e intensi come il viola, scelto per il rivestimento del letto. Tutto ora è messo in risalto con i tessuti dalla trama morbida e tridimensionale della tappezzeria e dei cuscini.

Infine il bagno è stato realizzato come una Spa inserendo una doccia passante dalla quale si accede alla maxi vasca in muratura. Tutto è rivestito in mosaico avorio, tonalità ripresa sul mobile lavabo e sulle pareti. A contrasto, in grigio antracite, il pavimento in grès lucido e la parete dei sanitari e gli accessori in viola melanzana, senape e ottanio, che riprendono il mood della casa.

 

Guarda anche
Idee e tendenze

Arredare usando il colore viola

Testi

Elena Favetti

Stylist

Vanessa Pisk - ha collaborato Maddalena Rosso

Foto

Giandomenico Frassi

Ti potrebbe interessare