Donna moderna
Pulire casa

Il metodo corretto per spolverare

Lo fai da una vita, probabilmente è stata la prima faccenda che hai imparato a fare quando avevi pochi anni, per aiutare i tuoi genitori, ma spolverare è tutto fuorché un'azione scontata.

Qui ti diamo qualche consiglio pratico e qualcuno inaspettato per affrontare la più comune delle pulizie.

Perché ci teniamo così tanto? Perché la polvere, molto semplicemente, è composta da un'infinità di piccole particelle di tantissimi materiali che passano per casa tua, alcuni dei quali possono crearti seri fastidi. Nella polvere non ci sono solo piccole particelle di sporco, cellule epidermiche morte (ebbene sì), peli, ma anche particelle di tutti i materiali sintetici e le sostanze in cui sono imbevuti, che portiamo in casa.

Dall'alto verso il basso

Per essere il meno possibile in contatto con la polvere quando spolveri, cerca di pulire sempre indossando guanti (preferibilmente di cotone) e un fazzoletto di cotone o di lino davanti al naso e alla bocca, e procedi dalla cima della stanza e verso il basso. Il pavimento, insomma? È l'ultima cosa di cui occuparti, non solo per questioni di economia. E sì, anche l'aspirapolvere dovrebbe essere passato prima sulle pareti e il soffitto e poi sul pavimento.

Le superfici più alte della casa, che spesso raccolgono gli strati più spessi di polvere, dovrebbero essere inumiditi prima di ogni passata, oppure puliti con un panno elettrostatico, in modo da evitare di far volare letteralmente via tutta la polvere, invece di raccoglierla.

Microfibra e aspirapolvere

I panni in microfibra sono perfetti per spolverare, molto più degli stracci ottenuti riciclando vecchie camicie e magliette di cotone, proprio perché dotati di proprietà elettrostatiche che intrappolano le particelle di polvere invece che semplicemente spostarle. Tienine diversi a disposizione in giro per casa, in modo da poter dare una passata veloce alle superfici quando ne hai l'occasione. È il genere di piccola pulizia che ti porta via meno di un minuto ma può semplificarti le faccende settimanali.

Usa i panni in microfibra anche su telefoni, computer e televisori, che dovresti passare almeno una volta alla settimana e alla fine della giornata raccogli tutti i panni sparsi per casa per un rapido ciclo di lavatrice, una volta stesi li ritroverai asciutti al mattino.

Investi poi in un buon aspirapolvere dotato almeno di un beccuccio allungato (per infilarsi sotto ai mobili e aspirare al meglio lo sporco che si annida negli angoli), una spazzola per pulire al meglio le tapparelle e le fessure nei mobili, e un filtro HEPA che eviti il ricircolo delle particelle aspirate. Ricordati che se hai tappeti in casa ti conviene ripassarli almeno una volta alla settimana.

Guanti di gomma multifunzione

Hai presente i guanti di gomma che usi per lavare il pavimento? E se ti dicessimo che sono i migliori alleati per spolverare gli imbottiti? Sul serio, prova per credere! Infila uno di questi guanti e sfregalo con forza lungo la superficie del divano, lo sfregamento genererà elettricità statica (proprio come avviene col panno in microfibra) che attirerà irresistibilmente peli di animali, capelli e la polvere accumulata sul tessuto.

Non dimenticare le piante

La polvere si accumula anche sulle foglie di casa tua e così facendo impedisce alla luce del sole di penetrare come dovrebbe, facendole soffrire. Per pulirle al meglio usa una di quelle bombolette di aria compresse che si usano per pulire le tastiere dei computer, così toglierai il grosso della polvere. Infine bagna un panno o un foglio di carta da cucina in poco latte e passalo leggermente su ciascuna foglia, l'effetto lucido che otterrai è esteticamente piacevole oltre che nutriente per le piante.

 

Guarda anche
Pulire casa

Visita a Wuppertal nella sede Vorwerk

Testi

Barbara Pederzini

Foto

Unsplash.com

Ti potrebbe interessare