Donna moderna
Materiali

Tecniche e prodotti per un perfetto isolamento termico

Tutto quello che devi sapere per difenderti da caldo, freddo e condensa.

Il tetto ventilato

Che sia una villetta o un condominio, se la copertura della casa è malmessa e va ristrutturata la soluzione migliore per garantirsi un ottimo isolamento consiste nel creare una vera e propria camera d’aria tra lo strato isolante e le tegole (6-10 cm di spessore). Questo sistema genera un moto d’aria naturale che parte dalla gronda ed esce dal colmo del tetto, e ha un doppio vantaggio: in estate aiuta a smaltire il calore eccessivo e in inverno favorisce la fuoriuscita di vapore acqueo, evitando che si formi la condensa.

Il cappotto termico e ventilato

Quando le pareti esterne non riescono a proteggerci al meglio dal caldo e dal freddo, il benessere indoor può risultare gravemente compromesso. Ideale, quindi realizzare una facciata ventilata, ossia una ristrutturazione dell’edificio dall’esterno. Come? Rivestendo i muri con pannelli isolanti di grande spessore (da 12 a 20 cm) con un profilo forato che crea una camera d’aria ventilata anti condensa tra i pannelli stessi e le lastre di finitura. Ideale il sistema integrato Isotec Parete con correntino forato per la corretta ventilazione e rivestibile con ogni tipo di finitura [Brianza Plastica].

Il cappotto interno

Quando le tocchi, le pareti perimetrali della casa sono fredde? Significa che gran parte del calore prodotto in casa finisce disperso all’esterno. Come risolvere il problema dall’interno della tua casa? Fissando al muro dei pannelli termoisolanti (spessi3-4 cm) in sughero come come Cork-Self di [Tecnosugheri], completato da un rivestimento in cartongesso di circa 1,5 cm.

Ti potrebbe interessare