Donna moderna
Ristrutturare

Com’è fatto: i serramenti di sicurezza

Il bello di porte e finestre blindate? Non solo sono iper sicure, ma giocano sull’effetto sorpresa! Noi ti sveliamo cosa si nasconde dietro le finiture e come riconoscere quelle più adatte a proteggere ogni tipo di casa, anche la tua.

Accesso principale

Porta d’ingresso 

La porta d’ingresso con struttura blindata deve essere garantita dalla certificazione antieffrazione, che prevede 5 classi di resistenza ‘RC’ (Resistance Class), da scegliere in base al rischio furto  a cui la casa è sottoposta. La classe 1 è la meno sicura e quindi sconsigliata, la classe 5 è il top, la più sicura. Come scegliere? Per un appartamento in condominio con portineria basta la classe 3, per una villetta su strada l’ideale è la classe 4, per le villette isolate la 5.

L’anima blindata: oltre alla serratura certificata contro le duplicazioni illecite, la porta è rinforzata in ogni punto con elementi in acciaio elettrozincato: l’anta nasconde una lamiera o dei rinforzi con profilo ripiegato che ne aumentano la rigidità e anche lungo il perimetro, il controtelaio (da fissare al muro) e il telaio hanno una struttura ripiegata che oppone molta resistenza agli attrezzi e alla forza utilizzati dai malintenzionati.

Accessi secondari

Finestra di sicurezza 

La finestra di sicurezza presenta della speciale ferramenta di  rinforzo lungo tutto il perimetro. La certificazione antieffrazione RC3 si raggiunge dotando l’infisso di un doppio gancio contrapposto in acciaio, che rende impossibile scardinare l’anta per sollevamento  o per strappo: così è protetta anche contro l’uso del piede di porco.

Persiana blindata 

La persiana blindata viene rinforzata con elementi in acciaio, sia all’interno del telaio delle ante sia all’interno delle lamelle, che possono essere fisse od orientabili. In questo modo, l’intera superficie resiste al tentativo di scasso e al taglio con utensili manuali, raggiungendo le classi antieffrazione RC3 o RC4. Le cerniere che generalmente sono il punto debole possono essere rinforzate da un sistema antistrappo dal lato dei  cardini in grado di opporre resistenza al loro sfilamento.

Portone del box

Il portone del box di solito non ha una vera blindatura e la sicurezza è garantita dalla struttura in acciaio coibentato e da dispositivi antisollevamento nelle guide, per bloccare tentativi di effrazione. Se motorizzato e abbinato a un sistema radio crittografato (cioè protetto nei confronti di chi non è autorizzato), il portone è più sicuro perché si può verificarne lo stato di apertura e chiusura da remoto.

Guarda anche
Ristrutturare

Proteggi la tua casa: la porta blindata

Ti potrebbe interessare