Donna moderna
Assistenza Casa

Cosa fare quando la caldaia è in blocco

Il riscaldamento si spegne e non si riaccende? Probabilmente la caldaia è in blocco. Maurizio Otta, uno dei 1.400 artigiani di Assistenza Casa, ci spiega come rimetterlo in funzione e soprattutto come impedire che ciò accada di nuovo

È successo alla nostra lettrice Federica: l’impianto di riscaldamento si è spento senza più riattivarsi. In suo soccorso è arrivato Maurizio, artigiano di Assistenza Casa, ecco come ha risolto il blocco della caldaia.

“I motivi per cui la caldaia della nostra cliente Federica era ‘andata in blocco’ lasciandola senza acqua calda sanitaria e con i termosifoni freddi potevano essere molti: un guasto elettrico, anomalie nella pressione, un accumulo di calcare, lo scarso tiraggio dei gas di scarico, il bruciatore occluso… Dopo il nostro primo contatto telefonico, ho capito che dovevo recarmi a casa sua per eseguire una diagnostica completa.
Ho individuato un problema alla pressione: da un controllo con il manometro, la pressione risultava infatti scesa a 0,2 bar (l’unità di misura della pressione), un livello troppo basso rispetto al valore medio di 1 bar. Quale poteva essere la causa?
Per capirlo ho ricaricato la caldaia, ristabilendo la giusta pressione, e l’ho attivata. Ecco perché la pressione calava: c’era una miniperdita nel vaso di espansione che ho subito sostituito. Et voilà, la caldaia ha ripreso a funzionare alla perfezione e Federica (che grazie all’offerta CaldaiaOK aveva diritto a interventi illimitati in caso di guasto) non ha nemmeno dovuto mettere mano al portafoglio! ”

Come evitare che la caldaia di casa tua vada in blocco?

Esistono due dispositivi molto utili che si installano in poco tempo, con una semplice deviazione lungo la linea di alimentazione.

  1. Il gruppo di ricarica automatico (per impianti a circuito chiuso), che compensa eventuali abbassamenti di pressione effettuando automaticamente il riempimento dell’impianto e riportando la pressione al valore corretto preimpostato.
  2. Il filtro addolcitore a sali, che contrasta la formazione di calcare nell’impianto allungando la vita della caldaia. L’importante è dimensionare l’addolcitore sia in base al tipo di caldaia, sia alla durezza dell’acqua da correggere.

È facile trovare un tecnico!

A disposizione dei nostri lettori ci sono già architetti, interior designer e blogger in perfetto ‘CF style’... Mancavano i tecnici! Grazie alla collaborazione con Assistenza Casa, puoi avere accesso a una solida rete formata da 1.400 professionisti qualificati in tutta Italia. Come? Aderendo al nuovo servizio Prontissimo Casa, grazie al quale potrai chiamare la centrale operativa attiva 24 ore su 24 e avere assistenza telefonica immediata. Se necessario, potrai usufruire di tariffe fisse prestabilite per uscita e manodopera in caso di intervento da parte di un artigiano specializzato. Prontissimo Casa è già tuo, gratis per 12 mesi: è sufficiente attivarlo con il codice ‘CF2018’ entro il 31 marzo su www.prontissimo.casa o chiamando il numero 800.925.530.

Testi

Paolo Manca

Foto

Shutterstock

Ti potrebbe interessare