Donna moderna
Piante da appartamento

Piante carnivore che vivono bene in appartamento

Davide Cerruto

Davide Cerruto  •  Leftygardens

Blogger CF Style

Terribili ma tremendamente affascinanti, sarracenie e nepente sono piante esotiche che possono vivere nei nostri appartamenti e dare un pizzico di glam all’ambiente.

Le carnivore sono piante speciali, uniche nel regno vegetale ad ammettere prede animali nella propria dieta. I loro lineamenti riflettono quello che il nome già suggerisce: sono creature mostruose, ipnotiche, incantatrici, sembrano uscite da una stravagante favola per bambini. Molte hanno un look sfavillante e attirano le prede con false promesse per poi finirle con spietata freddezza

Esistono circa 500 specie di piante carnivore in natura, e Sarracenie e Nephentes sono tra le nostre preferite. Perché hanno modificato le proprie foglie trasformandole in contenitori micidiali, tanto che gli inglesi le chiamano pitcher plant, letteralmente ‘pianta brocca’. Oltre ad essere innocue per gli esseri umani, le carnivore sono anche divertenti da coltivare, che poi è l’unico modo per scoprirne fascino e peculiarità, che ora andiamo a descrivere.

Nephentes

In commercio se ne trovano facilmente diversi ibridi naturali o creati in coltivazione. La più celebre o famigerata, visto il nome, è Nephentes x ‘Bloody Mary’, bella pianta dalla foglie lucide e sempreverdi che producono in punta un viticcio che termina con una sorta di ampolla penzolante. Con il miraggio del nettare, la pianta attrae gli insetti verso la buca, dove gli incauti malcapitati cadono finendo digeriti dagli enzimi. Già, che brutta fine! La pietà lascia però il posto alla soddisfazione quando capisci che le ‘brocche’ funzionano anche con i moscerini della tua cucina. Originarie del sud-Est asiatico, le Nephentes amano molto l’umidità, il che le rende perfette come ricadenti anche nella stanza da bagno, viceversa tollerano male il freddo e gli sbalzi di temperatura.

Sarracenia

Sono piante erbacee e rizomatose a forma di imbuto o piccoli otri sormontate da un piccolo cappuccio che produce nettare e attira le prede. Sarracenia purpurea è la star: originaria del Nord America, è diffusa fino al Canada, quindi è più rustica delle cugine asiatiche. Questo non vuol dire che sia facile da coltivare, anzi è esigente in fatto di acqua e necessita di ambienti molto umidi e con un basso ph del terreno per attecchire e formare colonie. In casa la puoi sistemare in bagno o in cucina, meglio se con un sottovaso con dentro due cm di acqua, in composizioni da tavolo geometriche che ne esaltino le linee sinuose. Se si trova bene, la Sarracenia produce fiori ornamentali rosso scuro che svettano su steli alti 60 cm.

 

Hai bisogno di consigli sulle piante o su come progettare il giardino? Qui trovi consigli utili.

Guarda anche
Piante da appartamento

Piante da interno: test del libro e bagni di luce

Testi

Davide Cerruto

Foto

thejoyofplants.co.uk

Ti potrebbe interessare