Donna moderna
Piante da appartamento

7 cose da fare quando riporti le piante in casa

Come ogni anno, con il primo freddo arriva il momento di riportare in casa le piante che hanno ‘villeggiato’ sul balcone o in giardino. Ecco le cure di ottobre per le tue piante d’appartamento.

Ron Goh (@mrcigar) Digital designer e decoratore d’interni, l’abbiamo conosciuto su Instagram e siamo rimasti affascinati dal suo loft-giungla ad Auckland in Nuova Zelanda. Scopri i suoi consigli e i trucchi per avere piante da sogno!

L'esposizione: Prima di comprare una pianta osserva la casa, individua i punti luminosi e bui e valuta il tipo di luce: è filtrata o diretta? Per quante ore al giorno? Se vuoi che le piante vivano bene, devi trovare l’esposizione adatta a ognuna. Quando le compri, controlla la mini scheda che le accompagna per capire se sono adatte a casa tua.

Il tipo di luce: Evita la luce solare diretta. La maggior parte delle piante da interno preferisce la luce filtrata; i raggi del sole possono bruciare le foglie nuove.

L’umidità: È una variabile chiave. D’inverno in genere è bene umidificare le stanze, perché il riscaldamento rende l’aria secca. Un trucco è posare il vaso su un piatto con argilla espansa e acqua per un giorno alla settimana.

Le innaffiature : Bagna le piante una volta alla settimana, a meno che non sia caldo e secco. Mantieni il terriccio umido, ma non bagnato. Ma anche qui, piante diverse, diverse quantità di acqua. Alcune preferiscono innaffiature frequenti, ma tutte odiano avere ‘i piedi bagnati’: quindi evita sempre i ristagni nel sottovaso.

Una cura in più: Non ci si pensa molto spesso, ma è importante spolverare le foglie circa una volta ogni mese o due.

 

Lo sapevi che ci sono piante più sensibili ai cambiamenti di stagione? Tra queste ci sono: Ficus benjamina, Kentia, Dracena, Dieffenbachia exotica, Spathiphyllum wallisii, Schefflera arboricola, Ficus lyrata, Felce, Capelvenere  e Orchidea. Le piante che sopportano bene gli spostamenti sono: Aspidistra, Aralia, Fatsia japonica, Pilea cadierei, Chlorophytum comosum, Ficus elastica, Monstera deliciosa (filodendro), Sanseveria, Syngonium erythrophyllum, Tradescantia, Saintpauli, Pothos e Zamioculcas.

Sei pronto per riportare le piante in casa? Allora ecco le 7 cose da fare per mantenere belle e sane le tue piante.

 

  1. gioca danticipo: Preparati a riportare le piante in casa prima del freddo improvviso e dell’accensione dei caloriferi.
  2. puliscile con cura: Preparale alla nuova vita casalinga con una doccia all’aperto (con la canna o l’innaffiatoio) per rimuovere terra e polvere dalle foglie. Cima i rami con le foglie secche e ripulisci per bene.
  3. fai un check parassiti: Controlla con molta attenzione se ci sono dei parassiti sulle foglie (sopra e sotto) e nel caso elimina le parti aggredite. Fai lo stesso smuovendo il primo strato di terriccio, togliendo eventuali larve o insetti.
  4. cambia terra e vaso: Se il terreno del vaso risulta secco e sfibrato, immergilo in un secchio o nella vasca da bagno piena d’acqua per qualche ora. Poi fai scolare l’acqua in eccesso. Invece se le radici affiorano in superficie il vaso va sostituito con uno più grande e va cambiato il terriccio.
  5. osservale: Alcune piante accusano il cambiamento da fuori a dentro e segnalano il disagio con la perdita di foglie, blocco dello sviluppo apicale e un portamento ricadente. Se noti questi comportamenti, controlla che siano vicino alla finestra ma non ai raggi diretti del sole e lontano dal calore del termosifone. Spostale, se occorre.
  6. crea lumidità: Dopo che le hai riportate in casa, dedica qualche minuto al giorno a controllare come stanno. Elimina l’acqua in eccesso nei sottovasi e vaporizza le foglie.
  7. occhio alle correnti daria: Quando d’inverno cambiaria alle stanze, fai attenzione che le piante non si trovino in mezzo alla corrente o a folate fredde, che sarebbero dannose!

 

Guarda anche
Consigli e soluzioni

Come far germinare il seme di avocado

Guarda anche
Giardinaggio

8 libri per gli amanti del verde

Testi

Silvia Magnano

Foto

Ron Goh @mrcigar

Ti potrebbe interessare