Donna moderna
Giardinaggio

Alocasia: una pianta di design

Sembra una scultura: le sue foglie dalle vistose venature argentate sono così ‘grafiche’ e sorprendenti che è diventata la pianta ‘feticcio’ delle influencer del momento!

Il genere Alocasia comprende una settantina di specie ed è una delle piante del momento (cerca l’hashtag #alocasia su Instagram e ti si aprirà un mondo...).
Scopri quante altre piante dalle foglie affascinanti fanno parte del genere Alocasia. Qui ti spieghiamo anche come prendertene cura!

nome botanico: Alocasia x amazonica
nome comune: Orecchie di Elefante, detta anche Polly dagli anglosassoni
dimensioni medie: cm 60x60
temperatura ideale: più di 18°
famiglia: Araceae
genealogia: Ibrido nato dall’incrocio tra A. longiloba e A. sanderiana

 

Caratteristiche

È una pianta tropicale erbacea con foglie sagittate che misurano da 30 a 70 cm. In natura l’Alocasia supera il metro e mezzo di altezza e larghezza, e produce fiori bianchi, ma meno interessanti delle foglie. Se non è alta, puoi valorizzarla posizionandola sopra uno sgabello o un piedistallo.

Come si coltiva

Bagnala spesso in estate e poco durante la stagione fredda. Non preoccuparti se trovi delle gocce sul bordo delle foglie: significa che la quantità d’acqua assorbita dalle radici supera quella traspirata.

Dove tenerla

L’Alocasia ama il caldo umido e mal sopporta gli ambienti secchi: i suoi ambienti ideali sono cucine o bagni luminosi. Non vuole la luce diretta del sole (le foglie si bruciano), ma non tenerla lontana dalle finestre.

Che terriccio usare

Miscela di torba, compost, corteccia e perlite. Aggiungi un concime granulare a lenta cessione durante la stagione vegetativa.

Come curare le foglie

  • Le foglie o le punte tendono a bruciarsi?
    Le bruciature sono un segnale di irrigazione insufficiente o di bassa umidità. Provvedi nebulizzando spesso la pianta, e ricrea un microclima umido così: poggia il vaso sopra un grande sottovaso riempito di argilla espansa
    e acqua. Questo sistema mantiene costante il livello di umidità, mentre l’argilla
    tiene sollevato il vaso evitando il contatto diretto con l’acqua, che farebbe marcire le radici.
  • Quando è in funzione il riscaldamento, a volte può formarsi uno strato di pulviscolo sulle foglie, che le rende opache. Rimuovilo una volta al mese con una spugna imbevuta d’acqua a temperatura ambiente.
  • Se usi un cachepot, quando innaffi, ricordati di sfilare il vaso interno con la pianta: eviterai i dannosi ristagni d’acqua.

 


Dove si compra
La trovi nei garden center come Viridea e Ingegnoli oppure online su: venditapianteonline.it, vivailegeorgiche.it, bakker.it e torrevivai.it

Guarda anche
Giardinaggio

Vasi neri moderni per le tue piante

Guarda anche
Giardinaggio

Come curare le piante tropicali

Testi

Davide Cerruto (Leftygardens) e Silvia Magnano

Ti potrebbe interessare