Donna moderna
Case dei lettori

Trasferirsi e dire addio alla propria casa dopo tanti anni

Una lettera d'addio per salutare la propria casa. Un modo per chiudere un rapporto, magari anche complicato, con il luogo che ci ha ospitato e che ha fatto da sfondo a tanti anni di ricordi e storie di famiglia

"Ognuno vive il cambiamento a modo suo e cambiare casa è una grande rivoluzione. C'è chi lo vive come un'avventura meravigliosa e chi con un pizzico di malinconia. Per me è cosi, sono molto felice della nostra nuova e bellissima casa ma mi mancherà tanto questa, con tutti i ricordi che ho dentro."

Inizia così la mail che Elena ci scrive per salutare la sua casa che dopo dieci anni stanno lasciando.

"Siamo una famigliola di tre e stiamo per avere una svolta nella nostra vita, si cambia casa! E voi penserete che io vi proponga qualche foto della nuova bellissima casa... perché no, potrebbe essere un'idea però adesso sento il bisogno di condividere la casa che stiamo per lasciare, come a farle un regalo d’addio."

"Per dieci anni ho amato e odiato la nostra casetta, ll nostro rapporto non è mai stato facile, ma nonostante sia stata io a volere una casa più spaziosa, più luminosa e con tanti terrazzi, adesso che devo dirle addio sul serio so che mi mancherà, la nostra prima casetta... lasciare chiusi qui dentro tanti ricordi beh, mi fa un certo effetto."

"La casa si svolge su due piani all'interno di una cascina restaurata, in una zona che molti anni fa era evidentemente campagna ma che ora è diventata un quartiere molto vivo. La casa è di circa 90 mq, ha una bella zona notte con una camera matrimoniale, una cameretta e un'altra 'camerina' che noi abbiamo adibito a stanza armadi, un ripostiglio e due bagni. La zona giorno invece è un po' piccolina per i nostri gusti, a noi piace tantissimo invitare gli amici e, adesso che tutti ci siamo 'moltiplicati' con figli, diventa sempre più difficile organizzare una cena senza scontentare nessuno. Questo, unito al fatto che manca uno spazio esterno, ci ha spinti a cercare qualcosa di più grande."

"Leggendo uno dei vostri articoli - Fare amicizia con la propria casa - sono concordo assolutamente con la proprietaria, ogni casa 'decide', ad esempio in questa nostra casa che lasceremo, alcuni arredi che avevamo non è stato proprio possibile inserirli, in nessun modo. Spero casa nuova sarà più clemente, non avrei voglia di rifare l'arredamento da zero..."

Elena chiude la sua mail scrivendoci "Sarei molto felice di fare quest'ultimo regalo alla mia casina e vederla così com'era sul vostro sito." Come potevamo non ascoltarla? Le case non sono solo mura, sono vive, custodiscono i nostri ricordi - belli e brutti - e ci offrono un ambiente dove sentirci accolti e sicuri, o almeno, così dovrebbero farci sentire.

 

PARTECIPA ANCHE TU ALLE CASE DEI LETTORI:
Vuoi spedirci le foto della tua casa per vederle pubblicate qui sul nostro sito? Scrivi a caselettori@mondadori.it
Le foto devono essere perfettamente a fuoco, ben illuminate e senza uso di filtri fotografici.

Guarda anche
Case dei lettori

Fare amicizia con la propria casa