Donna moderna
Case dei lettori

Recuperare il sottotetto per ricavare due stanze per la famiglia

Ispirandosi a Le Corbusier un 'trucco' moltiplica la luce naturale e trasforma il sottotetto in uno spazio multifunzionale che si trasforma a seconda delle necessità: da studio a zona relax per tutta la famiglia

Un sottotetto da recuperare per sfruttare e dedicare a ciascun membro della famiglia il giusto spazio.

Il progetto riguarda il recupero di un sottotetto esistente per ricavarne due camere da letto ed uno spazio comune a tutta la famiglia dove poter svolgere più attività, come lavorare, giocare insieme o guardare la televisione.

Nella zona notte gli elementi di arredo cercano di massimizzare la diffusione dell’illuminazione naturale inspirandosi al principio del cannon lumière di Le Corbusier, quindi un dispositivo in grado di concentrare la luce e di diffonderla nell’ambiente a seconda delle necessità. 
La luce entra dal lucernario centrale in modo diretto per una camera, mentre un vetro bianco filtra l’illuminazione dell’altra camera e del disimpegno d’ingresso.
Il vetro bianco serve proprio per avere una diffusione omogenea della luce e per garantire il rispetto della privacy tra gli ambienti.

Lo spazio comune a tutta la famiglia è caratterizzato da un unico elemento multifunzionale realizzato su misura [Burgarella Arredamenti] che può assumere diverse configurazioni in base all’attività che vi si svolge: una scrivania a ribalta per lavorare o giocare, una mensola sotto finestra dove poter leggere e il televisore per i momenti di relax.

Due panche, infine, sono state pensate per essere utilizzate come tavolino o come sedute e possono essere infilate dentro al mobile per lasciare libero il centro della stanza.

 

PARTECIPA ANCHE TU ALLE CASE DEI LETTORI:
Vuoi spedirci le foto della tua casa per vederle pubblicate qui sul nostro sito? Scrivi a caselettori@mondadori.it
Le foto devono essere perfettamente a fuoco, ben illuminate e senza uso di filtri fotografici.

Ti potrebbe interessare