Donna moderna
Illuminazione

Come illuminare la libreria

Una parete in fondo all'ingresso che rimane sempre al buio e rende l'ambiente freddo ed opprimente. Con un semplice progetto illuminotecnico, la libreria si illumina riportando luminosità alla casa!

Rosalia, una donna dinamica con due bimbi, mi chiede di migliorare la luminosità del suo ingresso, che trova buio. Vado da lei e mi accorgo che ci sono faretti a incasso e di giorno anche luce naturale ma, per la conformazione della casa, la parete che lei vede al rientro rimane in ombra. Così mi viene l’idea: illuminare la libreria sulla parete di fondo creando, più che un punto luce, una zona luminosa.

La proposta

Ho deciso di ‘accendere’ la libreria: per l’effetto di retroilluminazione dei vani occorre installare i profili a Led in basso, sul fondo di ogni nicchia. Lo schienale prende luce, a contrasto con i libri. Si accende con un sistema di illuminazione connessa wireless.

 

I MATERIALI USATI

  • profilo in alluminio anodizzato bianco per illuminazione sottopensile con diffusore in PMMA ad alta efficienza trasmissiva nella variante satinata;
  • 5 metri di striscia a elevato numero di led che permette, anche con potenze contenute, di ottenere una luce uniforme. Temperatura colore della luce 2.700 gradi Kelvin. La striscia Led e il profilo in alluminio sono stati tagliati e assemblati in opera da un elettricista.
  • controllo luci attraverso Modular Connected 1-10V [Philips HUE bridge] e app Philips HUE.

 

Il risultato

La cosa magica è che, grazie alla app del sistema Philips Hue caricata sul telefono di Rosalia, la libreria si accende quando lei si avvicina alla porta di casa (funziona grazie alla geolocalizzazione via gps) e dall’app lei può regolare l’intensità della luce.

 

 

Per un effetto simile

I pannelli a Led Floalt di [Ikea, cm 60x60 e 34 watt 139,90] da inserire in un mobile creano una retroilluminazione simile a quella che vedi in foto. In alternativa, SL Nano è un profilo provvisto di striscia Led che puoi acquistare già tagliato su misura [lo trovi su: supermodular.com].

 

Testi

Giorgia Brusemini

Progetto

Giorgia Brusemini

Foto

Amandine Dowle

Ti potrebbe interessare