Donna moderna
Illuminazione

Cena all’aperto: 3 soluzioni per illuminare la tavola

Ti piace cenare all'aperto? Non sottovalutare l'importanza di calibrare la luce anche in esterno. Scopri 3 soluzioni per illuminare al meglio la tua tavola.

Più di una volta mi è capitato di cenare in terrazze bellissime e super attrezzate ma non vedere quello che avevo nel piatto. A voi non è mai successo? L’ideale, per una bella cena estiva tra amici, è che la tavola sia ben illuminata. 


Candele, lucine e piccole lanterne vanno bene per una cena romantica e sono perfette per illuminare in maniera soft il verde circostante o la zona relax, ma non bastano. Questo accade perchè si sottovaluta quanto sia importante calibrare la luce, anche all’esterno, in maniera da avere delle zone più illuminate ed altre meno a seconda della destinazione d’uso.

L’ideale, per una bella cena tra amici? Tavola ben illuminata così che ci si veda bene in viso e che i piatti e quello che viene servito, siano valorizzati. Che cosa aggiungere allora? Ma semplice, una bella luce al di sopra del tavolo che illumini verso il basso.

Ecco allora 3 soluzioni tra cui puoi scegliere

  1. Non avete punti su cui appenderla? Opta per la lampada da terra Twiggy Grid di Foscarini , variante da esterno della famosa Twiggy. Con led integrato, flessibile, con uno sbraccio di un metro e settanta, la puoi spostare dove vuoi e centrare sopra al tavolo, basta avere una presa elettrica per alimentarla. Il paralume intrecciato che scherma la sorgente e indirizza la luce verso il basso ben si inserisce nell’ambiente naturale.
  2. Hai un terrazzo coperto o un pergolato, ma non è presente una presa elettrica per collegarsi? La soluzione potrebbe essere QuiQuoQua di Davide Groppi: una vera e propria lampada a sospensione a batterie ricaricabili. Il cavo elettrico non è più un vincolo: elegante e minimale è pensata per gli interni ma facilmente trasferibile all’esterno. Basta avere l’accortezza, a fine serata, di staccare la sorgente luminosa e portarla in casa (cogliendo così l’occasione per ricaricarla).
  3. Preferisci una soluzione più festosa? Ecco finalmente una “ghirlanda” che illumina come si deve: Kiki di Martinelli Luce è disponibile in tre varianti con 3, 5 e 10 grandi punti luce, per una lunghezza massima di cavo di 15 metri. I due utili ganci all’estremità del cavo consentono di appenderla come più ti piace: creare una cascata sospesa con la versione a tre o cinque luci, oppure utilizzare quella a dieci per illuminare, in maniera omogenea, anche lunghe tavolate di amici.

 

Guarda anche
Idee e tendenze

Idea per un'illuminazione fai da te

Guarda anche
Idee per la tavola

Festa d’estate in stile vintage con i limoni

Testi

Giorgia Brusemini

Ti potrebbe interessare