Donna moderna
Cucina

Cucine: scegli i top ecosostenibili

Devi cambiare la cucina? Per il top, investi in prodotti di qualità capaci di essere performanti e di durare nel tempo... farai anche una scelta ecologicamente consapevole.

Quando pensi a un piano ecologico, la prima cosa che ti viene in mente sono i materiali naturali... È vero, ma devono essere a chilometro zero e la loro raccolta e lavorazione a basso impatto ambientale.

Altrettanto sostenibili, allora, sono i materiali di nuova generazione che recuperano gli scarti di altre produzioni o sono a base di materiali riciclati/riciclabili. Assemblati tramite resine ecologiche che li rendono praticamente indistruttibili, sono utilizzabili per tantissimi anni senza la necessità di ulteriori trattamenti né di continua manutenzione.

Materiali di ultima generazione

RESINA CEMENTIZIA

Detta anche ‘biomalta’, la resina cementizia è realizzata con una complessa miscela a base di acqua e componenti atossici, tra cui cariche minerali, cere ed emulsionanti, che non emettono sostanze pericolose per l’uomo o per l’ambiente. Stesa artigianalmente a più mani con una spatola, anche a bassi spessori, è affascinante, compatta e resistente.

PIETRA LAVICA

Di origine vulcanica, la pietra lavica è un materiale naturale che si ottiene dalla lavorazione del basalto lavico; può essere serigrafata e miscelata anche a vetro riciclato, per ottenere dei top sostenibili dall’ottima resistenza chimica, fisica e meccanica. Il suo colore ‘naturale’ dipende delle diverse zone del vulcano da cui viene estratta.

PAPERSTONE®

Igienico, atossico e resistente ai graffi e al calore, Paperstone® è realizzato al 100% con materali ecologici, cioè cartone e carta riciclati e certificati FSC®, impregnati con la resina PetroFreeTM che, priva di qualunque derivato dal petrolio, è prodotta con acqua e materie prime rinnovabili come l’olio dei gusci di anacardi.

LAPITEC®

A base di polveri minerali, Lapitec® è una pietra ‘sinterizzata’, cioè realizzata con un processo che lega le polveri in modo indivisibile tramite cottura a 1.250°C. Viene prodotto in lastre utilizzando solo materie prime naturali, senza resine o derivati del petrolio, tanto da aver ottenuto la certificazione EPD (Enviromental Product Declaration o Dichiarazione Ambientale di Prodotto).

UNICOLOR®

Unicolor® ha un’anima costituita da un pannello in fibra di legno idrorepellente, rivestito con numerosi strati di carta impregnati con resine termoindurenti e compattati tramite l’azione combinata di calore e alta pressione: la certificazione in ‘classe E1’ ne attesta le basse emissioni di formaldeide, entro i limiti raccomandati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

FENIX NTM

Antimuffa e antibatterico, Fenix NTM ha una struttura composta per circa il 70% da cellulosa (strati di carta), che viene impregnata e trattata con resine termoindurenti. Ha ottenuto la certificazione Greenguard Gold, a garanzia del fatto che non rilascia le temute sostanze volatili nocive (VOC o COV, cioè Composti Organici Volatili).

OKITE®

Cinque volte più resistente del marmo e del granito, Okite® è composto da oltre il 90% di quarzo, a cui vengono aggiunti resine e pigmenti naturali. È un materiale molto igienico che resiste anche a macchie difficili come come quelle di caffè, limone e aceto, che sono rimovibili con un panno inumidito con acqua calda e con un eco-detergente neutro.

I materiali classici

LEGNO

È il più naturale di tutti i materiali, ma per compiere una scelta davvero sostenibile si devono evitare i top realizzati con specie legnose provenienti da foreste equatoriali o tropicali (le più minacciate e sovrasfruttate) e scegliere piani protetti da vernici all’acqua o da oli naturali, così da non comprometterne la naturalità.

PIETRE

Poiché la filiera di estrazione e lavorazione dei top in pietra naturale (compresi graniti e marmi) crea tonnellate di scarti di lavorazione quasi mai riutilizzati, la giusta eco-scelta è optare per piani realizzati con polvere e scaglie della materia prima incollata e ricomposta con resine naturali a base vegetale.

ACCIAIO

Oltre a richiedere meno energia e calore per la sua produzione, rispetto ad altri materiali, l’acciaio per i piani della cucina è realmente sostenibile anche perché spesso viene usato ‘rifuso’ da oggetti scartati e inviati al riciclo. In più, è ultra-igienico e antibatterico.

Guarda anche
News

Salva-budget: la cucina

Ti potrebbe interessare