Donna moderna
Cucina

Cucina: i materiali per i piani di lavoro

Naturali o sintetici, assicurano al 100% igiene e resistenza alle macchie. E per pulirli ti basta passare un detergente neutro usando un panno umido.

Lapitec®

È una pietra ‘sinterizzata’ (compattata in forni a 1.200 °C) realizzabile in grandi lastre sottili da 12 a 30 mm, che non teme acidi, macchie, solventi, muffe e batteri e che resiste a graffi, tagli e calore. In versione Bio-Care è anche antibatterica.

Dekton®

Costituito per l’80% da materiale riciclato (tra cui il vetro), è compatto e resistente a graffi, macchie e calore. È realizzato sia in colori pieni sia con finiture che riproducono marmi e metalli ossidati.

Laminam®

Maxi-lastre in materiale ceramico spesso 12 mm, adatte al contatto con gli alimenti; resistono al calore delle pentole, a prodotti chimici, graffi, abrasioni profonde, muffe, macchie e variazioni cromatiche. 


Okite®

Composto per oltre il 90% da quarzo, resiste molto bene a calore, tagli, graffi e macchie di caffè, limone e aceto.


Hi-Macs®

Pietra acrilica liscia, uniforme e senza giunture (le lastre sono fatte su misura, resiste a calore, graffi, macchie e respinge lo sporco. Se si danneggia, è riparabile da tecnici specializzati.

Testi

Elena Favetti e Paolo Manca

Ti potrebbe interessare