Donna moderna
Complementi d'arredo

Come si prepara il caffè con la caffettiera Chemex

Marta Bizzari

Marta Bizzari  •  Diario di Casa

Blogger CF Style

Dall'incontro tra scienza e design nasce la caffettiera Chemex: un profilo elegante, semplici inserti in legno e una struttura in vetro borosilicato pensata per esaltare le migliori qualità del caffè.

La caffettiera Chemex è stata inventata nel 1941 dal chimico Peter Schlumbohm, che dopo aver studiato a lungo il processo chimico di estrazione dell'aroma dai chicchi di caffè, è riuscito a portare alla luce una caffettiera dal design pratico ed elegante in grado di esaltare il miglior gusto del caffè.

La forma a clessidra prende ispirazione dalla scuola del Bauhaus: il corpo in vetro borosilicato permette di mantenere il gusto ricco del caffè ed è decorato con un collare di legno chiuso da due nastri di cuoio. Il piccolo belly-button sulla caraffa indica il livello medio di capienza, mentre il collare in legno indica che ne avete raggiunto il livello massimo.

Per ottenere un caffè perfetto è consigliabile usare un caffè di macinatura media, meglio se macinato sul momento per ottenere una qualità decisamente superiore. Quando si parla di Chemex la precisione è fondamentale, per ottenere un buon risultato è importante calcolare precisamente il rapporto tra caffè e acqua che dovrebbe essere di circa 1:15.

Ecco cosa serve per  preparare 2 mugs di caffè

  • una caffettiera Chemex
  • filtri Chemex quadrati
  • 30 grammi di caffè in chicchi
  • 450 ml di acqua calda
  • acqua extra per pre-riscaldare la Chemex
  • un macinacaffè

Come si fa

  1. Prima di tutto pesate e macinate i chicchi di caffè, regolando il macinacaffè per ottenere la giusta dimensione di macinatura.
  2. Aprite il filtro fino ad ottenere una forma conica (un lato del filtro deve avere tre strati di carta) e posizionatelo nell'apertura della Chemex: il lato a tre strati deve essere rivolto verso la parte frontale dal lato della scanalatura.
  3. Scaldate l'acqua extra e versatela sul filtro fino ad inumidirlo per pre-riscaldare la caffettiera, poi svuotatela.
  4. Versate il caffè in polvere dentro il filtro. Scaldate 450 ml d'acqua e una volta arrivata ad ebollizione, spegnete il fuoco e aspettate circa un minuto.
  5. Versate circa il 10% della quantità d'acqua sopra il caffè con un moto circolare per circa un secondo e aspettate che finisca il 'bloom', che consiste nella fuoriuscita di gas intrappolato nel caffè durante il processo di tostatura. Appariranno delle bolle sulla superficie e quando saranno tutte scomparse, l'acqua potrà estrarre liberamente gli aromi e gli oli del caffè durante la percolazione.
  6. Quando il 'bloom' sarà terminato, versate in circa 30 secondi il 50% dell'acqua rimanente nel filtro seguendo lo stesso verso di prima e aspettate che sia passata tutta attraverso il caffè.
  7. Versate ora tutta l'acqua rimanente, rimuovete il filtro e servite il caffè nelle vostre mugs.

 

Guarda anche
Idee per la tavola

Come allestire una colazione nel bosco

Testi

Marta Bizzari

Foto

Marta Bizzari

Ti potrebbe interessare