Donna moderna
Ristrutturare

Zanzariere: tutto quello che volevi sapere

Questo mese il nostro Claudio Malaguti ha messo le zanzariere. Quale migliore occasione per farci raccontare in diretta la sua esperienza e avere ottimi consigli?

Reduce da un fai-da-te di scarso successo, al secondo ‘giro’ ho deciso di affidarmi al tecnico che, prese le misure, mi aiuta a scegliere i modelli per finestre e portefinestre.

  1. Si parte dal profilo, in alluminio verniciato a polvere. La gamma di colori RAL e finiture legno è ampia. In condominio, devi adeguarti però alle zanzariere già installate dagli altri condomini e ho scelto la finitura bronzo.
  2. Poi c’è il meccanismo di apertura: ci sono la zanzariera avvolgibile che ‘finisce’ tutta nel cassonetto e quella che scorre di lato, o verticalmente e che puoi fermare dove vuoi. La scelta è questione di gusti e di comodità d’uso: per una portafinestra meglio quella a scorrimento laterale o, meglio ancora, a battente: sono formate da due ante, come fossero porte ( 'ma non lo sono', avvisa il tecnico, 'e vanno aperte e chiuse con delicatezza') e si installano su vani superiori a 1,60 m di larghezza. Per la finestra, la scelta è più libera: io ho voluto quelle a scorrimento verticale con rallentatore, che agganci e sganci alla base grazie a maniglie. Ma ci sono anche i modelli che abbassi e alzi con una catenella sul lato. Per una finestra da cui non ti affacci (la finestrella alta di un bagno), opta per una zanzariera fissa; costa il 30-35% in meno di una scorrevole e l’installazione è velocissima.
  3. La posa: per installare una zanzariera a una portafinestra, oggi si usano guide a pavimento alte 4 mm (ben più basse di uno zerbino!): una striscia metallica adesiva su cui scorre la zanzariera.
  4. E la rete? Esistono le zanzariere ‘plissé’, dal tipico disegno con leggere pieghe che fanno décor. Alcune plissé, come quelli di SqualoNet, hanno di serie la rete IdroScreen, che resiste all’acqua e respinge la polvere. Oltre alla classica zanzariera in fibra di vetro, ne esistono con proprietà tecniche particolari e che risolvono... problemi! Palagina, per esempio propone zanzariere ad alta trasparenza, con una rete più fine di quella standard; o modelli con maglie molto sottili (0,22 mm) che fermano polline e polvere, ideali in campagna; reti innocue in caso di rottura, come Tuff Screen, ideali se hai cani e gatti; e la zanzariera RollOut, dotata di ‘spazzolino’ dentro la cremagliera che la trattiene: è perfetta per chi ha bambini piccoli perché, se qualcuno ci inciampia dentro, essa esce e rientra nella sede, senza rompersi.
Guarda anche
Giardinaggio

Queste piante sono antizanzare!

Guarda anche
Consigli e soluzioni

Antizanzare: 5 rimedi eco-friendly

Testi

Claudio Malaguti

Ti potrebbe interessare