Donna moderna
Complementi d'arredo

Kosuke Araki trasforma i rifiuti in vasi di design

Ogni giorno, lo spreco alimentare viene prodotto su vasta scala. Kosuke Araki ha deciso di trasformarlo in una collezione di vasi di design.

Una parte dei rifiuti viene trasformata in qualcosa di utile ma la maggior parte è portata in discarica, contribuendo ai problemi ambientali.

Da anni il designer giapponese Kosuke Araki lavora sugli scarti alimentari, colleziona quelli prodotti da lui, li fotografa persino, per stimolare una riflessione su ciò che consideriamo da buttare, e forse non lo è.

Partendo proprio da quello che chiamiamo ‘umido’, ha studiato una tecnica per produrre piatti, ciotole e vasi, la collezione infatti, è ricavati da un impasto di bucce vegetali carbonizzate e colla. La finitura di questi oggetti è in ‘urishi’, pregiata lacca giapponese derivata da una pianta. Una progetto che è nuova frontiera, a cavallo fra arte e consumo responsabile.

Come parte della sua ricerca, Kosuke ha documentato quanto cibo veniva scartato quotidianamente dai mercati alimentari, dai negozi e dalla sua cucina, racchiudendo in un opuscolo, le istruzioni su come trasformare i rifiuti alimentari in articoli per la tavola. Il libretto di ricerca è concepito come un vero e proprio libro di ricette e lo stampo utilizzato per la formatura di articoli richiama gli utensili da cucina. Un modo per spingere gli spettatori a immaginare cosa potrebbe fare ciascuno di loro per l'ambiente.

 

 

Kosuke Araki
Nato a Ginevra, in Svizzera nel 1988, Kosuke Araki è un designer giapponese che lavora e vive a Tokyo.
Info: www.kosuke-araki.com 

 

Testi

Francesca Magni

Ti potrebbe interessare