Donna moderna
News

Il brocante è social: a caccia di piccoli tesori su Instagram

Serena, l’autrice di questo articolo, abita nel cuore dell’Abruzzo, apparecchia tavole bellissime, è da sempre una ‘rovistatrice di cantine’ e ha arredato casa in pieno lockdown, grazie a Instagram. Come? Con il ‘brocante’, sua passione, che - ci racconta - ora si compra anche via social.

Cosa significa brocante?

La parola è francese e indica il mercato di oggetti usati e di piccolo antiquariato, in genere di scarso valore. Potremmo dire anticaglia, la parte meno nobile dell’antiquariato, ma di certo non meno affascinante: perché questi piccoli oggetti recuperati hanno il potere di risvegliare in ognuno di noi il ricordo di qualcosa di simile appartenuto alla casa d’infanzia o a quella dei nonni. C’è una memoria collettiva che viaggia e si tramanda attraverso le piccole cose, ed è questo a renderle preziose.

Dove scovare qualche pezzo interessante?

In tutta Italia esistono mercatini romantici e pieni di fascino. Ma se nella zona in cui si vive non c’è nemmeno l’ombra di una fiera d’antiquariato, brocante e vintage? Prendete me, che ho arredato casa in pieno lockdown: l’unico mio contatto con il mondo era lo smartphone ed è grazie a questo e a Instagram che ho scoperto un mondo di anticaglie che poteva arrivare direttamente a casa mia.
Ho trovato tanti profili carichi di poesia, tra decori di vecchie ceramiche, lampadari a goccia, bauli scrostati e scatole in latta.

Come si compra su Instagram?

Semplice, se vi piace un oggetto basta contattare il venditore in direct (il tasto messaggio sulla pagina Instagram) chiedendo se è ancora disponibile (non tutti aggiornano i post dopo che hanno venduto), il costo, le modalità e le spese di trasporto, le dimensioni – se non specificate – qualche foto aggiuntiva e ogni altra informazione possa tornarvi utile. In breve vi risponderanno, senza impegno, e se tutto vi piace potrete acquistare. Si paga con il circuito PayPal o con bonifico bancario.

I profili preferiti di Serena

@mirtillo_rosso_antiques - Susi coltiva la sua passione da più di 25 anni, da quando sposò un progetto con una comunità sociale per il restauro di oggetti e mobili eseguito da persone con disabilità. Il suo e appassionante percorso costellato di cose, oggetti, perché si fondano con il presente raccontando del passato.

@gineprohomedecor - Lei è Anna da Torino, appassionata di riciclo creativo. Da qualche tempo propone sulla sua pagina attraverso #unatavolaperte delle box con all’interno tutto l’occorrente per realizzare mise en place dal tipico sapore rétro. Estro e poesia nella pagina di Anna.

@antichecuriositadietrolangolo6 - Se volete piatti strepitosi (e non solo!), per apparecchiare o da appendere al muro, dovete per fare un giretto da lei. Giulia propone pezzi fantastici, ma fate in fretta perché sono richiestissimi!

@atelier_in_desirable - L’atelier nasce in Svizzera dall’idea di Laura, che attraverso lunghi ed emozionanti viaggi su strada in giro per l’Europa, recupera veri e propri tesori. Poi, di ritorno nel suo atelier, restituisce loro nuova vita con un accurato restauro. Ci sono tante meraviglie nella sua pagina, ed è anche possibile richiedere la personalizzazione di mobili ed elementi decorativi.

@socialvintagemysterytour - Un’esperienza davvero unica se vi trovate dalle parti di Cremona è quella con Anna e i suoi Vintage Mistery Tour. Anna organizza vere e proprie cacce al tesoro in luoghi misteriosi che svelerà solo al momento del tour. Capannoni abbandonati che riempie di mobili e oggetti tra cui perdersi e innamorarsi. Ma non vi preoccupate, se siete lontani e non potete partecipare, spedisce in tutta Italia!

Ma la caccia è aperta: scovate i vostri e consigliateli nelle stories, taggando @casafacile per far conoscere il nuovo lato social del brocante.

Testi

Serena Villa Alicata @e_tantifioridililla