Donna moderna
News

‘Freespace’: 16. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia

Siamo andati alla sedicesima Biennale di Architettura di Venezia. Un’esperienza da vivere ‘senza paura’ e in cui ‘free’ non vuol dire soltanto libero, ma anche gratis.

La 16. Mostra Internazionale di Architettura si svolge dal 26 maggio al 25 novembre 2018 ai Giardini e all’Arsenale e in vari luoghi di Venezia. Il titolo scelto è Freespace, che rappresenta la generosità e il senso di umanità che l’architettura colloca al centro della propria agenda, concentrando l’attenzione sulla qualità stessa dello spazio.

 

Libero, gratis, pubblico, ma anche e soprattutto cogestito, condiviso, inclusivo; costruito insieme, per interessi comuni che escludono quello del guadagno personale di soldi. Probabilmente il futuro, quello migliore, sarà fatto soprattutto così. Le curatrici Yvonne Farrell e Shelley McNamara, irlandesi, hanno stilato un ‘Manifesto’ e commentato ogni lavoro esposto in italiano, non (solo) in inglese né in 'difficilese', così si capisce (quasi) tutto. Non è una mostra solo per architetti: ci si può andare anche con i bambini o con i nonni.

 

Alla Mostra partecipano 63 nazioni negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia, con 6 paesi presenti per la prima volta alla Biennale Architettura (Antigua & Barbuda, Arabia Saudita, Guatemala, Libano, Pakistan, e Santa Sede).

Il Padiglione Italia si trova alle Tese delle Vergini in Arsenale, è sostenuto e promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ed è curato Mario Cucinella con il titolo di Arcipelago Italia.

 

Info: http://www.labiennale.org/it/architettura/2018

Testi

Giusi Silighini

Foto

Giusi Silighini / Marco Tazzi

Ti potrebbe interessare