Donna moderna
News

Idee tecnologiche per dormire bene

Davide Cerruto

Davide Cerruto  •  Leftygardens

Blogger CF Style

C'è il cuscino robot, la luce che simula l'alba, il materasso comandato da smartphone, il guanciale che si gonfia per non farti russare... Scopri come la tecnologia ti può aiutare a riposare meglio!

Dormire? Una questione per nulla scontata. Pensieri e preoccupazioni disturbano il sonno di milioni di persone, un esercito di non-dormienti che di notte si aggira per casa e di giorno si trascina in ufficio.

Per prima cosa metti in atto le strategie pratiche per arrivare rilassato in camera da letto - tisana, bagno caldo e soprattutto via il cellulare un'ora prima di andare a letto (se non lo spegni, anche il cervello rischia di rimanere acceso). Purtroppo non sempre sono sufficienti...

Se preferisci l’approccio ‘scientifico’, l'innovazione tecnologica ti viene incontro con tracker, sensori, app e smart bed per prepararti al meglio all’appuntamento con il materasso. Scopri i gadget per dormire meglio e svegliarti più riposato e in forma che mai.


Oggetti utili per un sonno hi-tech



Somnox. Quando eravamo bambini dormivamo abbracciati a bambole e pupazzi, oggi che siamo grandi c’è il cuscino robot. Somnox è un cuscino studiato apposta per farti addormentare. Come ci riesce? Emette suoni rilassanti che richiamano il battito cardiaco e il respiro umano, una tecnica scientificamente dimostrata per regolare la respirazione e accelerare il processo di rilassamento. Sarà lanciato sul mercato entro l'anno ma puoi già prenotarlo sul sito ufficiale.


Illumy. La mascherina per dormire di una volta, rivisitata in chiave smart. Illumy, così si chiama, utilizza un sistema di attenuazione e illuminazione di luci artificiali che agevolano il passaggio dal sonno alla veglia e viceversa. I due programmi precaricati, 'sunset' e 'sunrise', aiutano a ripristinare i ritmi naturali del corpo e si basano su tecnologie e studi sperimentati sulla stazione spaziale internazionale.


SE80 SleepExpert. Questo disco digitale alto 1 cm è una sentinella del sonno che monta la guardia ogni sera sotto il materasso per monitorare il tuo riposo. Rileva e analizza abitudini, respirazione e frequenza cardiaca ed è pure capace di distinguere le anomalie del respiro. Tiene traccia di tutto quanto in un diario del sonno, con grafici che descrivono l’andamento mensile e dispensa consigli per migliorare le tue performance.


SleepSense. Stesso concetto di sensore da materasso ma firmato Samsung, che analizza i dati del tuo sonno e te li invia via email per capire dove migliorare. Il sensore del colosso coreano ha il vantaggio di essere un oggetto IoT in piena compatibilità con il mondo Samsung, ad esempio l’app SmartThings che controlla termostati, luci e spegnimento di televisione e altri apparecchi che possono condizionare il buon andamento del tuo sonno. Da segnalare anche la sveglia “umana” Smart Alarm, che analizza i dati e sceglie il momento migliore per svegliarti ma con dolcezza.


SleepPhones. Il tuo compagno russa come un trombone? Altri rumori ti disturbano? La risposta è SleepPhones, una banda da mettere sulla fronte mentre dormi, che nasconde al suo interno un paio di cuffie per ascoltare, tramite app dedicata, musica di pianoforte, onde del mare o semplice rumore bianco per cadere in un sonno profondo. SleepPhones si collega a sorgenti musicali dotate di ingresso per jack da 3.5 mm ed è disponibile in versione con filo oppure wireless o con ricarica induttiva.


It. Svariate le funzioni monitor (con analisi che ti suggeriscono, ad esempio, a quale temperatura dormi meglio) all'interno di un sistema completo perché incluso “nell’hardware” c’è anche il materasso matrimoniale, che fornisce dati sul sonno di coppia e consente addirittura di aumentare o diminuire, via smartphone, il grado di rigidità di ciascun lato del letto.


Somneo. Un brusco risveglio può lasciarci di pessimo umore per metà mattina. La luce intelligente di Philips invece lavora sul concetto di gradualità per rendere il risveglio il meno traumatico possibile. Somneo simula infatti l'alba (o anche il tramonto, se fai fatica ad addormentarti) con una progressivo cambiamento di tonalità dal rosso tenue all'arancione fino al gran finale giallo brillante quando scocca l’ora X e tocca alzarsi davvero.



SleepCycle. Trasforma lo smartphone in uno sleeping tracker, basta avviarla e metterla sul comodino per avere il giorno seguente un report dettagliato (con tanto di grafici e diagrammi) sui movimenti notturni, così da raccogliere dati utili per capire come dormire bene. L’app distingue anche le varie fasi del sonno, leggero e profondo, così da programmare un risveglio soft in una finestra di 30 minuti.


Dohm. Un condizionatore di suoni è in pratica una sound machine che lavora al contrario, e cioè con l’obiettivo di attutire al massimo l’impatto sonoro circostante. Dohm è un enigmatico scatolotto che genera un rumore bianco continuo (caratterizzato da ampiezza costante su tutto lo spettro di frequenze) che induce il rilassamento e il passaggio repentino dalla veglia alle braccia di Morfeo. Ipnotico.


Smart Nora. Russare non fa bene né a te né al tuo partner, cerca di smettere per il bene di entrambi. Nora ti può aiutare: è un sistema composto da un sensore da comodino e da un meccanismo da posizionare sotto il guanciale, che interviene gonfiando e sgonfiando delicatamente il cuscino, e quindi facendo muovere la testa in modo da rilassare la gola e farti così smettere di russare.



Testi

Davide Cerruto

Ti potrebbe interessare