Donna moderna
News

6 modi per iniziare subito a rendere la tua casa intelligente

Paola Tartaglino

Paola Tartaglino  •  We Make A Pair

Blogger CF Style

Le consulenze di Edison al CasaFacile Design Lab sono state l’occasione perfetta per sfatare qualche falso mito e comprendere in modo pratico come fare a rendere la casa più intelligente a piccoli passi, fin da subito.

Quando si ha a che fare con qualcosa di nuovo, soprattutto in ambito tecnologico, si ha spesso l’impressione di non riuscire a capire di cosa si tratti: per questo è molto utile chiedere il parere di esperti, che sappiano spiegare in modo semplice questo tipo di cose.

Al CasaFacile Design Lab alcuni lettori hanno avuto la possibilità di chiedere una consulenza gratuita a Elena Perini, ingegnere di Edison, che ha svelato a loro - e a noi - alcune cose molto utili da sapere e che qui condividiamo con tutti i nostri lettori.

Prima di tutto, il concetto di smart home non corrisponde a quello di domotica.

Non pensare infatti che per rendere la casa intelligente ci sia bisogno di grandi lavori sugli impianti, perché è esattamente il contrario: tutti i dispositivi che sono sul mercato sono pensati proprio per rendere la nostra vita più facile, al netto del fatto che dobbiamo essere in grado di utilizzare uno smartphone.
Ma niente paura, perché anche le app che vengono progettate a corredo dei dispositivi vengono pensate per essere intuitive.

Detto questo però, quali sono in pratica i suggerimenti dell’esperto per iniziare da subito a rendere la nostra casa intelligente?

Illuminazione della casa

Il primo passo è davvero semplice: la prossima volta che dovrai cambiare una lampadina, comprane una non solo a risparmio energetico, ma che sia anche smart: questo significa che potrai usarla come una normale, ma che potrai man mano imparare a monitorare i consumi, correggere le tue abitudini e, così, risparmiare sulla bolletta.
Le lampadine smart possono connettersi ad Internet ed essere così gestite da remoto, tramite l’app: oltre ad accenderle e spegnerle, si può generalmente scegliere l’intensità e il colore della luce.

Riscaldamento autonomo

Se la tua casa è dotata di riscaldamento autonomo puoi scegliere un termostato wifi, come il Netatmo, disegnato da Philippe Starck, che fa anche da stazione meteo e che si adatta a qualunque tipo di impianto.
I vantaggi sono immediati, perché potrai posizionarlo in qualunque stanza della casa (è senza fili); potrai inoltre accendere e spegnere il riscaldamento anche quando sei fuori e quindi ottimizzare i consumi, oltre a trovare la casa calda al tuo ritorno.
Si tratta di una soluzione ideale anche per le seconde case.

Riscaldamento centralizzato

Anche le valvole termostatiche, che di recente sono state rese obbligatorie, possono essere intelligenti e quindi essere comandate tramite app. Non dovrai così ricordarti di chiuderle o aprirle manualmente e potrai impostare la temperatura ideale in ogni stanza.

Assistenti vocali

Stanno di recente prendendo piede gli assistenti vocali, come Google Home: nato come un mini amplificatore wireless. Questo è in realtà in grado di fare molto di più e il numero di servizi e prodotti con cui è in grado di interagire cresce giorno dopo giorno.
All'inizio, per prendere confidenza, puoi semplicemente fargli qualche domanda, fargli gestire gli appuntamenti in calendario, chiedergli di aggiornarti sul meteo e sul traffico e addirittura gestire la lista della spesa.
Con il passare del tempo, se ti troverai bene, potrai metterlo in connessione con altri dispositivi smart, trasformandolo in una sorta di maggiordomo virtuale.

Dispositivi per i nostri amici a quattro zampe

Se hai l’esigenza di controllare il tuo cane (o il tuo gatto) quando sei fuori casa, puoi utilizzare una videocamera smart. I modelli più evoluti permettono di interagire con il tuo cane (e alcuni addirittura di lanciargli i croccantini!).

Angolo green

Anche le tue piante meritano più attenzione, soprattutto se spesso non sei a casa. Potresti scegliere di dotarti di dispositivi smart che sono in grado di verificare lo stato di umidità della terra del vaso, di irrigarla all'occorrenza e magari, nel frattempo, di depurare l'aria della stanza.

Ti potrebbe interessare