Donna moderna
Consigli e soluzioni

I consigli pratici per gestire con facilità la tua ‘giungla domestica’

Davide Cerruto

Davide Cerruto  •  Leftygardens

Blogger CF Style

Giungla in casa? Sì, grazie! Ecco i nostri consigli per scegliere piante da interno, rigogliose e facili da curare!

La casa di Emelie Arildsdotter, florist e interior designer che ive a Bandhagen, nel sud di Stoccolma è letteralmente invasa di piante!

Ecco i consigli del nostro Davide Cerruto per ottenere facilmente un effetto giungla in casa!

Le scelte di Emelie non sono casuali: sono tutte piante ‘facili’, che amano vivere tra 15° e 25°. Per mantenere l’umidità a livello radicale e bagnare meno spesso, mescola al terriccio fibra di cocco o sfagno (li compri, in mattonelle, online o nei garden center): assorbono moltissima acqua e la rilasciano a poco a poco. Per innaffiarle con meno fatica, vaporizza le foglie e usa un piccolo innaffiatoio a becco stretto e lungo (60 cm): se fai bagnature ‘chirurgiche’ non devi togliere i vasi dagli scaffali e dai ripiani alti. Aggiungi concime liquido per piante verdi una volta al mese e bagna di più in primavera/estate.

Taccuino green

Anthurium clarinervium. Ha foglie a cuore. Ama stanze ben arieggiate.

Philodendron squamiferum. I fusti pelosi e rossicci lo rendono intrigante. Si arrampica su tutori o può ricadere. Vuole terreno umido.

Philodendron xanadu. Facile, vuole solo acqua e luce (no sole diretto) e forma un cespuglio che tende ad allargarsi, ma non è invadente. Scegli portavasi alti e minimali.

Monstera deliciosa. Un instant classic in ogni ambiente. Può superare i 3 metri, in un vaso profondo e con un tutore su cui arrampicarsi.

Dieffenbachia reflector. Poche cure e poca luce per questa iconica Dieffenbachia dalle grandi foglie camouflage. No a troppe bagnature, non le gradisce.

Monstera borsigiana variegata. Molto simile alla deliciosa (ma più piccola), è spettacolare, ma non facile da trovare nei garden center.

Rhipsalis cassutha. Graziosa succulenta epifita (in natura cresce sugli alberi). Mettila sulla mensola più alta per godere della cascata verde formata dai suoi fusti filiformi.

Epipremnum aureum ‘Marble Queen’. Generosa ricadente, dona una cascata di foglie verdi e bianche in cambio di acqua e luce indiretta.

Monstera adansonii. Mini ma prodigioso ricadente-arrampicante che sfida la forza di gravità e ruba la scena alle sorelle maggiori.

Microsorum diversifolia. Felce insolita: chioma lucida e un po’ arruffata che dà un tocco naturale alla stanza, anche appesa. Bagnala a fondo ma evita il ristagno.

Testi

Elisabetta Viganò e Davide Cerruto

Foto

Cecilia Möller/living4media