Donna moderna
Fai da te

Roulotte: restyling in stile shabby

L'amore per i viaggi e per lo stile shabby: ecco la storia del restyling 'fai da te' di una roulotte!

Desideravo da un po' realizzare per noi una casetta itinerante che potesse permetterci di gironzolare a nostro piacimento e quando ho visto questa vecchia roulotte nn mi sono lasciata sfuggire l'occasione! E' stato un lavoro abbastanza impegnativo, durato quasi quattro mesi.


L'ho smantellata interamente, ripristinando le parti di coibentazione deteriorate e ho gettato tutti gli arredi conservando solo l'involucro da cui poi sono ripartita.


Ho diviso la "zona notte" dai servizi igienici creando una parete in legno con porta scorrevole. Il soffitto adesso è rivestito di doghe e a terra c'è un parquet in laminato. Ho decorato le pareti creando una tappezzeria dipinta con fondo scrostato e materico. Anche Il bagno è completo ed è munito di doccia, lavamano ed ovviamente wc. Le vecchie finestre sono state sostituite con degli infissi in alluminio bianco sulle quali ho fatto cucire delle tende sempre di colore bianco che proteggessero dalla luce ma che allo stesso tempo nn togliessero luminosità alla stanza.

Ho realizzato i copri ruota in legno (patinati), unitamente al fregio posizionato sopra la finestra e al mobiletto che funge da angolo snack. Ho fatto realizzare un piccolo impianto elettrico esterno con cavi a treccia in tessuto bianco che ho colorato di cipria ed abbinato con gli accessori in porcellana classici. Al posto delle tradizionali plafoniere ho messo degli applique in ottone sulle parenti in entrambi gli ambienti perché coerenti con il tutto. La porta di ingresso, anch'essa  decorata ad effetto tappezzeria dipinta, si uniforma con il resto della stanza e si distingue solo per la presenza della maniglia color rame.

 

Ho realizzato un divano/letto con due tavole da ponteggio che scorrono una sull'altra e raggiungono la dimensione totale di 140*190, per cui di giorno abbiamo un comodo divano rivestito in cotone cipria con cuscini colorati e di sera un letto alla francese comodo per riposare. Al posto dei tradizionali mobili ho posizionato a vista sotto al divano/letto tre ceste di media grandezza per contenere i nostri capi d'abbigliamento, la biancheria da letto e da bagno e una sacca di cotone porta scarpe. Ho preferito questa opzione per ragioni di "leggerezza". Non volevo ingolfarla di mobili e sentirmi soffocare all'interno e questa scelta si è rivelata veramente un'ottima idea.

 

Quest'estate abbiamo testato la nostra roulotte! Siamo partiti a metà agosto alla volta di Siena per poi spostarci sulla costa raggiungendo Castiglione della Pescaia fino al Monte Argentario. Un'esperienza bellissima caratterizzata da un grande senso di libertà. Abbiamo potuto godere a pieno della natura e dello stare all'aria aperta pur sentendoci a casa. Adoravo svegliarmi in "strada" al canto degli uccelli, guardare fuori dalla finestra per scorgere il primo cielo mattutino e addormentarmi osservando le stelle.

La cosa che più mi ha colpito di questa esperienza è stato il rendermi conto, per la prima volta, che non provavo quella triste nostalgia che ti prende quando un viaggio sta per finire!

Testi

Marianna Verolla

Stylist

Marianna Verolla

Foto

Marianna Verolla

Ti potrebbe interessare