Donna moderna
Mettere in ordine

Lavorare da casa: organizza il tuo tempo in maniera efficace

Lucrezia Sarnari

Lucrezia Sarnari  •  Cera una vodka

Blogger CF Style

Ecco come organizzo il mio tempo in maniera efficace per lavorare da casa senza distrazioni e interruzioni.

Così organizzo il mio tempo in maniera efficace per lavorare da casa.

Lavorare da casa: tra chi lo fa c'è che chi lo brama e chi maledice ogni giorno la scelta fatta. Quel che è certo è che questa modalità di lavoro regala una libertà e una possibilità di organizzare il proprio tempo che per alcuni è davvero impagabile. Per altri, invece, molto difficile da gestire. Come si fa a non vedersi sfuggire di mano la propria giornata lavorativa dietro distrazioni e “faccende” domestiche? Se è vero che non c’è un manuale di gestione del tempo che sia efficace per tutti, esistono dei piccoli suggerimenti per organizzare la giornata nel modo più produttivo ed efficace che possono aiutarti molto.

Organizza il lavoro per ridurre lo stress.

Iniziare la giornata con un’analisi della giornata lavorativa mi aiuta a farmi un’idea concreta del tempo del quale ho realmente bisogno per sbrigare le varie attività. Per questo ogni mattina stilo una to do list con gli impegni della giornata: in questo modo riesco a distinguere subito ciò che può essere delegato da ciò che invece conviene sbrigare subito, perché non porta via più di 10 minuti.

Segna il territorio… di lavoro.

Hai organizzato il tuo tempo lavorativo? Bene. Ora sarà fondamentale far
capire a chi vive con te che quelle ore sono tutte dedicate al lavoro e che loro
non possono entrare nella stanza in cui lavori ogni cinque minuti o telefonare
a qualsiasi ora.

Per lavorare da casa ed essere produttivi è basilare che il concetto che stai lavorando e quindi non puoi essere disturbata sia chiaro a tutti. Ci vorrà un po’ ma alla fine se sarai ferma sulle tue posizioni anche i tuoi interlocutori capiranno.

Riduci al massimo le distrazioni da telefonino, social e email.

La tentazione di vedere le notifiche sul cellulare o di dare un’occhiata alla casella delle e-mail è sempre molto forte. Io adotto la soluzione più drastica di spegnere il telefono quando devo scrivere qualcosa di molto impegnativo. Quando invece faccio lavori più “meccanici” posso semplicemente abbassare la suoneria e impormi di guardare le notifiche nei momenti di pausa. Stesso principio vale per
i social network, con i quali mi impongo di dare una sbirciatina nei momenti di
pausa. Per le email, infine, sarebbe opportuno dedicare un paio di momenti della
propria giornata lavorativa esclusivamente alla loro lettura e conseguente
risposte: io lo faccio solitamente al mattino, prima di iniziare a lavorare, e subito
dopo pranzo.

Impara a concentrarti… e a premiarti.

Probabilmente conosci già la tecnica del Pomodoro, un metodo che consiste, fissato un obiettivo, nell’impostare un cronometro che dura 25 minuti. In quei 25 minuti ci si estrania dal mondo e si lavora. Finito il primo pomodoro, ci si prende 5 minuti di pausa e poi si ricomincia: ogni 4 pomodori di 25 minuti + 5 di pausa c’è una pausa più lunga, solitamente di mezz’ora. In questo modo io riesco sia a calcolare quanto tempo ci impiego per fare un determinato lavoro che a restare concentrata per un breve periodo e fare delle pause cadenzate per premiarmi.

Che ne dici? Prova questi trucchi anche tu poi fammi sapere se ti hanno aiutato!

Guarda anche
Zona studio

10 idee per l’angolo studio

Guarda anche
Mettere in ordine

Consigli per tenere in ordine la zona studio

Guarda anche
Idee e tendenze

Come arredare uno spazio coworking

Testi

Lucrezia Sarnari

Foto

Lucrezia Sarnari

Ti potrebbe interessare