Donna moderna
Arredare

Pareti rosse in casa, in quale stanza?

Dove e come utilizzare pareti rosse nella tua casa? Segui i nostri consigli per trovare la soluzione ideale per il tuo stile.

Ti sei innamorata di una parete rossa sulle pagine di CasaFacile ma non sei sicura che funzioni in casa tua? Scopri con noi le proprietà di questo colore e gli ambienti a cui si addice.

Il rosso è una delle tinte più calde e positive dell’arcobaleno, sia per le connotazioni culturali che lo legano alla vitalità del sangue e alla forza, sia per la sua capacità di aumentare la frequenza cardiaca e respiratoria in chi lo osserva, e stimolare l’attività cerebrale, configurandosi come un vero e proprio eccitante naturale.

Anche per questo motivo, è diffuso lo stereotipo che questo colore sia indicato soltanto nella zona giorno e che sia meglio non impiegarlo sulle pareti delle stanze in cui ci si riposa. In realtà il rosso, se scelto nella giusta tonalità, dosato correttamente e abbinato ai colori giusti, si adatta a qualsiasi ambiente. Scopri come utilizzarlo in ogni stanza della casa.

Un living vitale come il rosso

A seconda dell’intensità, il rosso può drasticamente assorbire la luce o rifletterla, per questo si presta particolarmente a bilanciare le dimensioni di una delle stanze più vissute della casa.

Scegli un rosso più scuro per rendere meno dispersivo un living ampio, oppure dipingi di rosso brillante le pareti di un salottino per farlo apparire più ampio e luminoso.

Se l’effetto che vuoi ottenere è quello di una zona giorno intima e raccolta propendi per rossi caldi, da accompagnare alla tinta del legno naturale. Se invece vuoi arredare una sala da pranzo elegante e d’impatto scegli muri scarlatti con profili color cioccolato.

Bisogna percorrere un lungo corridoio per arrivare alla tua zona giorno? Dipingi di rosso brillante la parete sul fondo, per attirarvi immediatamente gli ospiti quando entrano in casa.

Sveglia in cucina!

I rossi che virano all’arancio sembrano fornire la massima carica di energia a chi li osserva, per questo sono perfettamente indicati per la cucina. Capaci di dare una sferzata al metabolismo e darti la sveglia alla mattina, possono essere smorzati da mobili all white, offrendo al contempo un ambiente che rappresenta anche visivamente il focolare familiare.

Intimità in zona notte

Lo sapevi che diversi studi hanno dimostrato che le persone ci appaiono più attraenti se le vediamo in piedi davanti a una parete rossa? Vale la pena di ricordarsene quando ridipingi la camera da letto!

Battute a parte, non è un caso se nell’immaginario collettivo i boudoir sono arredati in predominanza in rosso e viola. Il motivo non risiede solo nell’equazione rosso uguale passione, ma anche nelle proprietà delle tinte rosse a base violacea, capaci di creare un senso di intimità e di favorire la tranquillità.

Scegli dunque tonalità più fredde di rosso nella zona notte, per creare una camera da letto dove sentirsi abbracciati e cullati e dove riposare profondamente.

A piccole dosi, se non vuoi osare

Se non te la senti di dipingere un’intera stanza di rosso, puoi tentare con una singola parete d’impatto, in grado di trasformare le proporzioni di una stanza lunga e stretta, e di dare vita a un living dominato da una tavolozza neutra.

Usato per dei lunghi tendaggi in una stanza esposta a nord, il rosso invece conferisce alla luce un bagliore caldo che rende l’ambiente accogliente e invitante.

Dipingi di rosso il fondo di una libreria o di un armadio, è la soluzione perfetta per dare risalto al suo contenuto e creare un gioco di profondità su una parete altrimenti monotona.

Coi complementi giusti cambia stile

Posiziona delle poltrone nere davanti a una parete rossa per riprodurre una combinazione al tempo stesso senza tempo e di grande impatto.

Se invece abbini il rosso freddo e brillante di morbidi copri-cuscini a tonalità di grigio tortora per le pareti otterrai un interno femminile e seducente.

Mai al lavoro

L’unica eccezione alla regola del rosso in ogni stanza è costituita dallo studio, o la postazione di lavoro, se è in casa tua. Secondo uno studio di psicologia ambientale dell'università di Winsonsin-Madison (Stati Uniti) infatti, il rosso ha effetti di distrazione che penetrano fino ai livelli inconsci della nostra mente. Lo studio ha mostrato che le persone, dopo aver visto il colore rosso, sono meno capaci di concentrarsi e rendere bene nel lavoro e tendono ad evitare i compiti più complessi. Per questo, se non vuoi compromettere la tua produttività, tieni il colore lontano dalla scrivania.

Guarda anche
Ispirazioni

Un tocco di rosso!

Testi

Barbara Pederzini

Foto

iStock/Getty Images

Ti potrebbe interessare