Donna moderna
Idee e tendenze

Stile nordico, non solo in bianco e nero

Valentina Raviolo

Valentina Raviolo  •  Appunti di casa

Blogger CF Style

Scopri tutti i colori dello stile nordico, per andare oltre il bianco e nero e il minimalismo estremo, con una palette fresca.

E se ti dicessi che lo stile nordico non è per forza sinonimo di bianco-e-nero?

Quando si parla di stile nordico il pensiero che salta subito alla mente è quello dell’essenzialità, di spazi vuoti e dell’assenza di colore. Grandi case dalle pareti candide, con arredi semplici e minimali, materiali organici in tonalità neutre accostate a linee e geometrie ravvivate dal nero.

Il colore del nord

In realtà il colore ha sempre giocato un ruolo molto importante nel design nordico, basti pensare ai pattern vivaci di carte da parati, tessili e complementi proposti dal marchio finlandese Marimekko, o agli iconici disegni floreali dello svedese Stig Limberg, che hanno segnato la storia del design scandinavo a partire dagli anni Cinquanta fino ad oggi.

Sono gli ultimi decenni che hanno in parte offuscato questa tradizione multicolore, eleggendo il bianco come colore guida in Scandinavia.

L'influenza della luce

Un ruolo fondamentale in questo cambiamento è stato giocato dalla luce, che nei paesi del Nord Europa è abbagliante nelle brevi estati e poco presente nei lunghi inverni. Le giornate passate principalmente in penombra o al buio hanno guidato l’esigenza di luminosità negli ambienti domestici.

Ma negli ultimi anni le tendenze cromatiche globali hanno cambiato questo approccio anche in terra scandinava, dove tonalità più decise e “dark” hanno fatto il loro ingresso, vivacizzando non solo oggetti e arredi ma anche le pareti di casa.

Alle nostre latitudini il vantaggio di importare questo stile sta nel poter giocare con più libertà con i colori, senza perdere il fascino delle sfumature più sature.

La palette di riferimento

Abbandonate le tinte pastello degli anni passati, negli ultimi due anni i colori degli interni nordici hanno virato verso gli azzurri, i verdi, i rosa e i colori caldi della terra.

Le nuance scelte da designer e aziende di settore sono spesso desaturate, con quella punta di nero all’interno dell’amalgama cromatico tale da rendere la sfumatura un po’ più sofisticata.

Tutte le varianti hanno in comune la capacità di dare profondità agli ambienti e di creare un’atmosfera di pace e serenità. La casa diventa un luogo sicuro e tranquillo in cui vivere semplici rituali di benessere, dove concedersi piccoli lussi, lasciando impegni e stress della vita lavorativa al di fuori delle mura domestiche.

Come usare i colori in casa tua

Per un effetto allegro e creativo crea una palette di 2-3 colori e usali come guida per i tuoi acquisti e per lo styling di casa tua. Richiamali nei diversi ambienti, tra arredi, complementi e accessori. In questo modo la composizione sarà curata e non lasciata al caso, da vera stylist scandinava.

Se vuoi creare estrema armonia, scegli una base neutra e luminosa e accosta sfumature di colore tono su tono, dalle più scure alle più chiare.

Per le pareti, crea un punto focale in ogni stanza. Concentra le tonalità più decise in una zona e lavora con toni neutri e discreti richiami cromatici nelle altre.

Guarda anche
Ispirazioni

A Roma colori chiari e stile nordico

Testi

Valentina Raviolo

Foto

Valentina Raviolo

Ti potrebbe interessare