Donna moderna
Idee e tendenze

New-rétro: copia lo stile più trendy

Il ritorno del velluto, l’uso di wallpaper ispirate a quelle di un tempo, la caccia ai complementi d’epoca: il vintage è una tendenza indiscussa! Ma come tradurlo in uno stile partendo da pitture e tessuti, esaltandone il lato più moderno ed evitando il déja-vu?

Come abbinare un divanetto o una poltroncina rétro? Quali colori scegliere per le pareti? La carta da parati in stile vintage rischia di ‘invecchiare’ l’ambiente?

Oggi spesso le stylist si sentono rivolgere queste domande, perché il fascino dello stile vintage è indiscusso, ma non è affatto facile portarlo in casa propria scongiurando l’effetto negozio di brocantage...! La nostra Elisabetta Viganò ha preparato il suo vademecum. Per illustrarlo ha scelto una location che rappresenta con equilibrio lo stile new-rétro, cioè lo showroom di Nuance Interni Tessili, nella cornice di un palazzo milanese del primo ’900.

COME SI CREA UNO STILE?

Scegliendo elementi diversi ma che si armonizzano fra loro. E mixando ai colori e alle texture i diversi materiali, che portano anch’essi colore. La regola base? Gli elementi devono convivere in armonia, ma occorre sempre almeno un tocco a contrasto.

LA SCELTA DELLA PALETTE

I colori sono il punto di partenza. Accanto a un tono neutro – tra i caldi ci sono il tortora e il cipria, tra i freddi il salvia chiaro e il ceruleo – entrano i colori a contrasto. Sono i cosiddetti toni polverosi, come il carta da zucchero, il rosa dall’antico al ciclamino, il senape, l’ocra e il verde salvia slavato, da declinare nei tessuti e sulle wallpaper. I tocchi di ottone delle lampade e dei vasi e il nero del marmo completano lo stile. Per iniziare a creare la tua palette, abbina due colori a un tono neutro di base e gioca poi con le sfumature.

I VELLUTI E I TESSUTI D’ARREDO

Jacquard o operati sono il manifesto dello stile new-rétro. Utilizzali per rifoderare una vecchia poltroncina o per far realizzare i cuscini d’arredo - sono l’elemento passepartout con cui personalizzare lo stile. Abbina una fantasia a geometrie diverse e stempera il tutto con le tinte unite. Ricorda: la palette deve essere la stessa, per creare continuità visiva ed estetica.

CON MISURA

No al total look, cerca un equilibrio e mixa mood diversi per evitare l’effetto ‘sovraccarico’. In una cornice vintage, una poltroncina di design o dalle linee pulite è l’elemento in grado di alleggerire l’insieme. Punta su piccoli accessori per ricreare lo stile: un tavolino, un attaccapanni o uno specchio a parete, una lampada vintage. Inverti lo stile e crea effetti inattesi: puoi rifoderare la poltroncina contemporanea con un tessuto vintage. E il posto dello chandelier può essere preso da un maxi paralume rivestito con una wallpaper rétro.

LE CARTE DA PARATI FLOREALI IN STILE NEW-RÉTRO

  • Punta su disegni floreali iperdecorativi e sui classici decori Old England a tema botanico, come quelli di William Morris.
  • Preferisci le macro alle micro-fantasie. Le wallpaper floreali devono sembrare grandi quadri sulle pareti.
  • Osa una carta da parati jungle, ma soft nei toni e nei decori, per attualizzare lo stile.
  • E sempre di grande effetto l’abbinamento del floreale con una geometria o una maxi riga. I colori devono però essere in nuance, per evitare caos visivo.

I TRUCCHI DÉCOR PER LO STILE NEW-RÉTRO

  • Metti in risalto gli stucchi e le modanature dipingendo il soffitto con un tono più scuro delle pareti – il carta da zucchero abbinato al ceruleo è vincente – o con un colore a contrasto, come il ciclamino sul senape;
  • dai accento alle graniglie dipingendo le pareti con un colore che torna nei decori, e poi osa una carta da parati ‘wow!’ per rivestire una nicchia o un armadio con una geometria vintage in palette;
  • valorizza gli infissi d’epoca dipingendoli di bianco burro, oppure in un tono a contrasto.
Guarda anche
Ispirazioni

Quando arredare fa rima con stupire

Testi

Elisabetta Viganò

Stylist

Elisabetta Viganò

Foto

Giandomenico Frassi