Donna moderna
Riscaldamento e clima

Crea un microclima sano in casa

Affidare il riscaldamento di casa a una stufa o a un camino è davvero sano ed ecologico. In particolare, quando i sistemi installati garantiscono basse emissioni, distribuzione uniforme del calore e ricambi d’aria che evitino sprechi di energia.

Per prima cosa, occorre calcolare la resa e la potenza dell’apparecchio che farà da caldaia chiedendo al termotecnico (le aziende produttrici o il rivenditore ti possono segnalare il più specializzato) di calcolare il fabbisogno termico della casa. Dopodiché, puoi scegliere tra i sistemi ad aria e quelli ad acqua: entrambi almeno in classe energetica A e predisposti per portare il calore in più stanze.

Con i primi la distribuzione del calore prodotto da stufa o camino avviene tramite l’aria che si diffonde nei locali attraverso tubazioni specifiche e bocchette (con interventi murari); con i sistemi ad acqua l’apparecchio si allaccia all’impianto idraulico sanitario e del riscaldamento esistenti, per scaldare i radiatori o i pannelli radianti. Per utilizzare questi apparecchi in modo continuativo e scongiurare eventuali restrizioni da parte delle Regioni, devono avere la Certificazione Ambientale AriaPulitaTM con punteggio di almeno 4 o 5 stelle.

Mentre stufe e camini canalizzati ad aria distribuiscono il calore da proprie bocchette, i modelli ad acqua possono essere abbinati a pavimenti radianti, integrabili con fan coil, o a radiatori sottili last generation.

Testi

Paolo Manca

Ti potrebbe interessare