Donna moderna
Leggi e certificazioni

Differenze tra capitolato e computo estimativo

Vuoi conoscere la differenza tra capitolato e computo metrico? L'architetto Carlotta Pesce ti spiega tutto nel dettaglio.

COS’È IL CAPITOLATO

Si tratta di un documento tecnico, in genere allegato ad un contratto tra privato e impresario edile. Si fa riferimento ad esso per definire le specifiche tecniche delle opere che si andranno ad eseguire.
In questo documento andrà indicato:

  • dettaglio delle opere da realizzarsi;
  • dettaglio delle modalità di esecuzione;
  • materiali che verranno utilizzati nel dettaglio, comprese le caratteristiche delle lavorazioni;
  • comprende inoltre il riferimento economico per ciascuna delle voci. La valutazione economica, specie in caso di contestazioni alla consegna, sarà molto utile per poter verificare la conformità con il progetto e le opere realizzate.
  • Fa parte del progetto esecutivo, quindi in questo documento verranno inseriti e precisati i tempi di esecuzioni e consegna dell’immobile e andranno a corredo del contratto stipulato tra le parti.

COS’E IL COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

Si tratta di un documento estimativo attraverso cui si arriva a definire il costo di costruzione di un’opera edilizia. In questo documento vengono definiti in termini quantitativi i materiali che dovranno essere utilizzati e le lavorazioni necessarie per raggiungere un determinato obiettivo definito nel progetto esecutivo.
Consiste in una tabella la cui intestazione è così suddivisa:

  • descrizione della natura di spesa;
  • unità di misura e quantità del lavoro da eseguire (mq, mc, ml);
  • prezzo unitario (€/mq, €/mc, a corpo);
  • importo complessivo.

La redazione di questo documento inoltre può essere suddiviso per:

  • vani;
  • tipo di lavorazioni;
  • fasi del progetto.

Questo strumento è estremamente utile al controllo della spesa economica sia in fare di progetto che in fase di esecuzione di quest’ultimo.

 

FACCIAMO UN ESEMPIO

Un cliente ha bisogno di rifare il pavimento della propria abitazione, cosa definiscono i diversi documenti?

  • Definisce le caratteristiche del materiale (dimensione, colore, tipo di fuga, finitura..).
  • Vengono definite le singole lavorazioni che compongono l’opera: demolizione del pavimento esistente, posa massetto etc.
  • Specifica gli aspetti tecnologici (se c’è bisogno di applicare un particolare trattamento, un colore specifico, quale collante bisogna utilizzare..).
  • Importante la definizione della dimensione del locale in oggetto per poter fare un'estimazione totale dell’intervento.
  • Definizione della posa (a correre, a spina di pesce, a spiga ungherese, a mosaico o a quadri..).
  • Inserimento dei prezzi unitari per le singole lavorazioni.
  • Eventuali questioni logistiche come potrebbero essere la difficoltà del trasporto ed eventuale assistenza.

 

RICAPITOLANDO
A seconda dell’intervento che dobbiamo realizzare verranno fornite diverse documentazioni a corredo di un contratto per l’esecuzione del progetto.
Sarà infatti necessario specificare al professionista che tipo di valutazione economica abbiamo bisogno per poter stimare i costi dell’intervento.
In generale, per piccole ristrutturazioni sarà necessario richiedere un Capitolato, in quanto avremo bisogno di nozioni e caratteristiche più specifiche per meglio definire il progetto nel dettaglio.

Testi

Carlotta Pesce

Foto

Carlotta Pesce

Ti potrebbe interessare