Donna moderna
News

Policromia Architetturale di Le Corbusier

Anabella Veronesi

Anabella Veronesi  •  Anabella Veronesi

Blogger CF Style

Il sistema cromatico di Le Corbusier è un vero capolavoro. Affascinanti tonalità di colore create in due collezioni: negli anni 1931 e 1959.

Le Corbusier, universalmente noto come architetto e designer, si è occupato a lungo di colore, sviluppando una sua propria 'Policromia Architetturale'. Si tratta di una palette composta da 63 sfumature tutte abbinabili tra loro.

In architettura, il colore è potente quanto la pianta del pavimento e il taglio. O meglio: policromia, parte del layout e il taglio stesso.

La prima tavolozza di colori puristica del 1931 comprende 43 colori in 14 serie di colori solidi e schiariture magistralmente calibrate. Per trovare le affinità personali e selezionare le preferenze individuali, Le Corbusier ha anche creato combinazioni di colore che riflettono specifiche funzioni dei colori con gli stati d'animo. La seconda collezione del 1959 che completa la Policromia architettonica è composta invece 20 colori aggiuntivi dai toni più forti e più dinamici.

 

Per informazioni: lescouleurs.ch

Ti potrebbe interessare