Donna moderna
News

Magistretti Revisited

Una mostra ispirata al gioco delle scatole cinesi che vuole raccontare il lavoro di Vico, architetto e designer, nel suo studio milanese e il suo legame con la città.

La Fondazione Vico Magistretti, il 18 maggio riparte con l’inaugurazione online di ‘Magistretti Revisited’, che ripercorre il lavoro dell’architetto e designer nel suo studio milanese.

3 scatole cinesi: la prima contiene l'archivio che conserva sessant’anni di progetti, oggi aperto a tutti grazie al portale archivio.vicomagistretti.it; la seconda scatola è lo studio dove Vico ha lavorato per tutta la vita, con a fianco Franco Montella; uno studio così piccolo da destare continuo stupore nei visitatori ma che proprio con le sue dimensioni ci racconta anche di un metodo di lavoro. La terza è Milano, città molto amata e ugualmente severamente criticata, città che lui guardava dalle finestre del suo studio.

L’archivio, lo studio e Milano sono raccontati attraverso i disegni e gli oggetti di Magistretti.

Un allestimento che recupera gli arredi originali dello studio, tentando una sintesi tra ricostruzione filologica e reinterpretazione dell’atmosfera originale del luogo dove Vico e Franco Montella trascorrevano le loro giornate. Ad accompagnare i visitatori in questo percorso di rievocazione sono le parole di Magistretti (tratte da interviste, appunti, relazioni), come se l’allestimento diventasse un grande quaderno d’appunti in cui immergersi.

L'inaugurazione sarà online (su Facebook e Instagram alle 18:30) perché le dimensioni del piccolo studio non permettono di accogliere tutti in sicurezza. La mostra sarà aperta al pubblico (max 5 visitatori contemporaneamente) con gli orari abituali, ma la visita sarà solo su prenotazione.

Per info e prenotazione visite dal vivo: vicomagistretti.it