Donna moderna
News

Blogging: come pianificare il calendario editoriale

Impara a organizzare i tuoi post seguendo un calendario editoriale preciso e ben ideato

La settimana scorsa hai imparato che l’immagine grafica e la struttura sono elementi importantissimi del tuo blog, ma in effetti da soli non significano molto. È solo con i tuoi post, la voce personale con cui li scrivi, che il tuo blog prende vita.

La motivazione principale per cui hai aperto il tuo blog con tutta probabilità è una o un mix di alcune di queste tre:
- per condividere le tue passioni, creando una relazione con chi ha i tuoi stessi interessi
- per raggiungere i potenziali clienti dei tuoi servizi/prodotti, mostrare il dietro le quinte del tuo lavoro, consolidare il tuo marchio
- per usare la scrittura per guadagnarti da vivere

Se hai aperto un blog per passione è probabile che i tuoi post contengano riflessioni sul tuo argomento preferito, o foto del frutto delle tue passioni. Se nel tempo libero corri, probabilmente parlerai delle tue tabelle di allenamento, delle corse che stai preparando, dei tuoi traguardi. Se ami l’arredamento anni ’50 pubblicherai monografie sui designer di quell’epoca, farai reportage dei mercatini e dai negozi di modernariato in cui vai a caccia di pezzi unici, spiegherai come identificare un arredo autentico…

Se il tuo blog è uno strumento di promozione del tuo lavoro i tuoi post parleranno proprio di ciò che fai, mostreranno casi studio o anteprime di nuovi prodotti, forniranno approfondimenti di settore ai tuoi potenziali clienti.

Se invece il tuo blog è una fonte di reddito, probabilmente la struttura stessa è più simile a un prodotto editoriale, in cui presenti recensioni di prodotti che hai testato, o reportage di esperienze ed eventi a cui sei stato invitato, e in cui affitti spazi pubblicitari a marchi e aziende. Come un giornale o una rivista anche il tuo blog ha un argomento principale (magari i viaggi low cost) che si inquadra in un settore di riferimento (in questo caso turismo/viaggi).

Qualsiasi sia la motivazione iniziale per cui ha aperto il blog, come vedi essa ha un impatto importante sul tipo di post che pubblicherai. Ma sapere di cosa vuoi parlare e perché vuoi parlarne non equivale a riuscire a scrivere un post al giorno o anche solo uno alla settimana. Tantissimi blog vengono aperti e poi abbandonati dopo poche settimane, perché organizzare le idee e individuare le proprie priorità richiede tempo, esercizio e concentrazione.

Il segreto è pianificare i contenuti del blog attraverso un vero e proprio piano che ti permetta di:

focalizzare gli obiettivi del tuo blog e il punto di vista che vuoi esprimere;
mettere in ordine i tanti input e le ispirazioni che trovi fuori e dentro la rete e che alimentano la tua passione o la tua attività;
organizzare il tuo tempo in modo efficiente e in funzione degli impegni quotidiani.

Sopra ogni cosa dovrai imparare a vincere dubbi e distrazioni, che possono portarti lontano dal filo conduttore del tuo blog. Per vincere la confusione e chiarire le tue priorità prova questo esercizio:

1. prendi carta e penna e butta su carta liberamente una lista di ogni pensiero, progetto, idea legata al blog che ti passa per la testa. Non curarti di un ordine preciso, limitati a far scorrere la penna e scrivere tutto ciò che hai pensato di inserire nel tuo blog;
2. quando hai finito, leggi la lista che hai prodotto e inizia a cancellare con un segno deciso tutto ciò in cui non ti senti perfettamente a tuo agio, che non ti convince del tutto. Può essere che gli stimoli che ti circondano (sul lavoro o nella vita di tutti i giorni) ti avessero fatto pensare di sviluppare temi distanti dal cuore del tuo blog. L’obiettivo di questo esercizio è proprio non lasciare che le influenze esterne ti facciano deviare rispetto alle motivazioni che ti hanno spinto ad aprire il tuo blog e che hanno attirato i tuoi lettori;
3. a questo punto la tua lista contempla solo gli argomenti di cui ti senti sicuro, attinenti con l’argomengo del tuo blog, su cui hai capacità di argomentazione, dei quali puoi dare una tua interpretazione. Ora analizza ogni elemento e trasformalo in un’idea di post disposta secondo una scaletta di pubblicazione. Ogni idea, progetto, discorso, diventerà un post (o una serie di post) a cui puoi assegnare una data sul calendario. Il risultato è il tuo primo planning per pubblicare i contenuti sul tuo blog.

Ora puoi trasformarlo in un vero calendario di attività, magari usando Google Calendar:
1. prima di tutto stabilisci delle scadenze periodiche, ad esempio settimanali o mensili, evidenziando i giorni in cui hai intenzione di pubblicare un post. Non è detto che tu debba scrivere ogni giorno, potresti per esempio decidere di pubblicare il lunedì, mercoledì e venerdì. Oppure potresti osservare le statistiche di traffico del blog e identificare i giorni della settimana in cui hai più visitatori, e concentrare la pubblicazione in quei momenti;
2. individua ora eventuali contenuti periodici (rubriche) e assegna loro una cadenza realistica in funzione dei tuoi impegni e della tua capacità di rinnovare gli argomenti;
3. riempi le date scoperte da rubriche con gli elementi che hai definito nel tuo planning;
4. crea un archivio (online o su carta) in cui inserire note e appunti in futuro, ma fai in modo che sia qualcosa che porti sempre con te, in modo da poter annotare le ispirazioni anche fuori casa o lontano dal computer;
5. prevedi un piano B, non solo la possibilità di cambiare la pianificazione strada facendo (per accogliere progetti prioritari o idee più attuali), ma anche qualche post passpartout facile da scrivere ma in tema col blog, da inserire al posto di un contenuto più complesso che non riesci a completare.

A questo punto non ti resta che prendere in mano la tua agenda e identificare i momenti che puoi dedicare al lavoro di ricerca, scrittura e post-produzione di ogni post. Il nostro consiglio è di prevedere di cominciare questo lavoro almeno due giorni prima della data di pubblicazione prevista. Isola sulla tua agenda il tempo da dedicare a ciascuna attività in modo da non rischiare di sovrapporvi altri impegni o di ritrovarti senza gli strumenti e i dati utili alla scrittura. Ovviamente in questa fase potresti renderti conto di avere fatto un planning troppo ambizioso. Niente panico, torna su Google Calendar (o sul foglio del tuo planning) e ridistribuisci i post e le rubriche in base a una gestione più realistica del tuo tempo.

Ora non ti resta che cominciare a scrivere… venerdì ti insegneremo qualche trucco per arricchire i tuoi post con foto splendide!

In collaborazione con Il Blog Lab


 

Ti potrebbe interessare