Donna moderna
Consigli e soluzioni

Terracotta o plastica: scegli il vaso giusto

Terracotta o plastica, quale materiale è meglio scegliere per le tue piante? In commercio ne trovi di svariati, ecco i consigli per fare la scelta giusta

Per prendersi cura delle tue piante, la scelta del vaso non è un dettaglio da trascurare. Spesso si pensa che sia dettata solo da motivi estetici, in realtà nasconde un importante fattore che si rivela vitale per la salute delle piante.

Generalmente la scelta ricade su due tipologie: plastica o terracotta. Anche se esistono in commercio molte varianti come quelli in cemento, metallo, legno o in plastiche parzialmente traspiranti che funzionano molto bene.

Quale vaso è meglio scegliere? Tutto dipende dalle piante che coltivi e dalla traspirazione. Ecco i pro e i contro di entrambi i materiali, terracotta e plastica: 

Vasi in terracotta o argilla

L'argilla cotta, molto porosa, permette di far filtrare l'acqua e l'aria attraverso le pareti (oltre che dai fori di drenaggio sul fondo). E' proprio per questo che è suggerita quando hai delle piante che temono i ristagni d'acqua. Un vaso di terracotta appena innaffiato al tatto risulta umido e in alcuni casi, quando le annaffiature sono state eccessive... si può formare una patina verde sull'esterno, da rimuovere con una spazzola e acqua calda. 

Vasi in plastica

I vasi in polipropilene sono i più leggeri e resistenti agli agenti atmosferici e la superficie esterna non cambia ma il terriccio si asciuga più velocemente e spesso l'acqua si accumula sul fondo facendo marcire le radici e favorendo le malattie fungine. Il vantaggio è che spesso sono più economici, quasi indistruttibili, colorati e con un design attento alle tendenze
Esistono anche quelli fatti con plastiche più traspiranti o di riciclo, anche se non raggiungono i livelli di quelli in argilla cotta.

Molto spesso la differenza in termini di prezzo per vasi della stessa dimensione non è grandissima, ma la terracotta è un materiale vivo, che d'estate, facendo evaporare la propria superficie, mantiene più fresca la terra e la pianta contenuta.

Quali pianti mettere?

Se la pianta è adatta ad ambienti umidi e ama i terreni freschi, la plastica sarà l’ideale. Ad esempio vengono usati per le felci, il papiro, l’edera, lo spatiphillo, l'heuchera, il ciclamino ecc.

Se hai piante che amano i terreni sciolti o temono i ristagni d’acqua, allora orientati verso i vasi di terracotta. In genere in questi vasi sono indicati le piante a bulbo e rizoma ma anche la dieffenbachia, piante grasse e crassule, ficus, sansevieria, filodendro, agrumi, ecc.

Guarda anche
Consigli e soluzioni

Come e quando annaffiare le piante

Guarda anche
Consigli e soluzioni

Come aggiustare i vasi di terracotta

Guarda anche
Consigli e soluzioni

Come e quando rinvasare le piante

Testi

Silvia Magnano

Foto

Pixabay

Ti potrebbe interessare