Donna moderna
Mobili fai da te

Restyling di un tavolo da pranzo

Michela Andrioletti

Michela Andrioletti  •  Datemi un martello

Blogger CF Style

Il tavolo della cucina o della sala da pranzo non ti piace più? Se ami il fai-da-te puoi pensare ad un restyling per dargli un nuovo aspetto!

Per fare un tavolo ci vuole un... Non finirei la frase del titolo come la celebre canzone, piuttosto direi che per fare un tavolo, dentro ad un appartamento, ci vuole un pizzico di follia... ma si può fare!

In questo tutorial partiamo da un tavolo esistente che vogliamo cambiare, migliorare, rimodernare o anche solo ingrandire.

Occorrente

  • Delle tavole di legno della lunghezza e larghezza desiderata (consiglio di non superare i 30/40 cm del piano precedente);
  • Una smerigliatrice;
  • Colla per il legno a tenuta extra forte;
  • Impregnante;
  • Vernice;
  • smalto o pittura spray (se volete cambiare anche il colore delle gambe del tavolo).

Come si procede

  1. La procedura è piuttosto semplice, una volta che vi siete assicurati che le tavole sono tutte della stessa lunghezza, posizionatele sul piano del tavolo esistente (girandole e rigirandole fino a trovare la combinazione perfetta). Nel caso ci fossero nodi o difetti del legno che impedissero la perfetta aderenza fra le tavole, procedete con una bella levigatura.
  2. Quando le fughe sono ridotte al minimo, potete iniziare il processo di incollatura.
    È importante lasciare la colla in posa per almeno una notte, assicurandosi di mettere dei pesi sopra il tavolo per favorire la massima presa.
  3. Il giorno successivo procedete con la levigatura. Se non siete esperti, vi consiglio di fare dei segni a matita sopra le tavole in modo da non sovraccaricare una zona del legno più di un’altra: si leviga solo fino a che si è cancellata la matita!
  4. Scegliete poi il colore che più si adatta al vostro ambiente e applicate l’impregnante avendo cura di stenderlo per bene. Personalmente preferisco usare gli appositi panni, anziché il pennello.
  5. Lasciate asciugare per 12 ore e se preferite, date anche una seconda mano.
  6. Passate alla verniciatura. Esistono svariati tipi di vernice in commercio, per questo tipo di progetto, vi consiglierei una vernice satinata opaca o semi lucida.

Nel caso le gambe del tavolo di partenza non si abbinino al colore del nuovo piano del tavolo, potete svitarle e colorarle con vernice spray se sono di metallo o con dello smalto ad acqua se sono in legno.

 

Evitate di fare quest’ultimo passaggio all’interno dell’appartamento. Parlo per l’esperienza personale: molti più facile liberarsi della segatura che della puzza!

Guarda anche
Mobili fai da te

Costruisci la prima cucina con le tue mani!

Testi

Michela Andrioletti

Foto

Michela Andrioletti

Ti potrebbe interessare