Donna moderna
Mettere in ordine

Metti in ordine la cucina con i consigli della declutterer Nicky di The Finicky Friend

Margherita Morbiato

Margherita Morbiato  •  Home is More

Blogger CF Style

Nicky è una declutterer e organiser professionista. Un lavoro molto apprezzato qui a Londra e che può darci spunti utili per le nostre case. Così ho pensato di farvela conoscere e farvi raccontare da lei come possiamo riordinare al meglio le nostre case.

Dopo i fasti del Natale si torna al ritmo più lento dell’inverno e ci si chiede come migliorare sé stessi e la propria casa. Pieni di iniziative e pronti a cominciare il nuovo anno con il piede giusto.
Nicky l’ho conosciuta per caso qualche tempo fa: il suo volantino era nella cassetta della posta (infatti ho scoperto essere anche la mia vicina di casa) ed è nata la mia voglia di capire di più della sua professione

 

Parlaci di te
Mi chiamo Nicky e sono una declutterer professionista e un’organizzatrice. Ho fondato la mia attività, The Finicky Friend, circa un anno e mezzo fa, dopo una carriera di successo nel settore del design. Volevo fare qualcosa in cui usare le mie capacità di project management. Sono sempre stata un’organizzatrice, sia al lavoro che in casa. Mi piace molto incontrare le persone e aiutarle ad ottenere risultati, quindi il decluttering e l'organizzazione a livello professionale mi sono sembrate la mossa perfetta per la mia carriera. Il decluttering professionale è un concetto relativamente nuovo nel Regno Unito, gli Stati Uniti lo fanno da anni ed è una professione molto apprezzata laggiù.

Chi è un declutterer professionista e organizzatore? Di cosa ti occupi?
Come declutterer e organizzatore professionista fornisco ai miei clienti il ​​supporto, la motivazione e l'assistenza di cui hanno bisogno per riorganizzare.
Ci sono molte ragioni per riorganizzare gli spazi domestici - alcune sono emotive ad esempio a causa di un divorzio o di un lutto- alcune sono semplicemente pratiche come la mancanza di spazio. Il processo può essere scoraggiante e talvolta è difficile sapere da dove iniziare. Collaboro con i miei clienti, usando metodi che funzionano specificamente per loro, in modo che possano facilmente mantenere l'ordine che abbiamo creato dopo che me ne sono andata. Non esiste una soluzione unica per tutte le situazioni e ogni cliente è diverso e questo è uno dei tanti motivi per cui mi piace quello che faccio. Imparo sempre anche io.

Riordinare o organizzare non significa essere minimalisti, si tratta di:

  • sfruttare al meglio lo spazio che si ha;
  • circondarsi di cose che hanno un significato pratico o emotivo;
  • dire addio a oggetti che non hanno più un valore;
  • dare serenità della mente.

Qual è la tua stanza preferita in una casa? 
Mi piace moltissimo organizzare la cucina. E’ una delle stanze più utilizzate in casa, e tendiamo a cadere in abitudini che, sebbene funzionino, non sono necessariamente così efficienti. Un problema comune nelle cucine è che gli armadietti vengono riempiti eccessivamente e le cose sono 'bloccate' e, quindi, difficili da trovare.

Puoi descrivere qual è la cosa migliore da fare in questo caso? 
Quanti di noi hanno un pensile dove sicuramente hanno messo l'origano da qualche parte, ma prima devono rimuovere ogni oggetto prima che possano effettivamente trovarlo? Assegna uno spazio specifico per le tue erbe e spezie. Se l'unico spazio da usare è su uno scaffale, investi in un contenitore che puoi sollevare nella sua interezza quando è necessario (ovviamente assicurandoti che non sia così carico da essere molto pesante). 
Piccoli cambiamenti possono fare una grande differenza e in realtà risparmiare un sacco di tempo. Se tutto ha un posto o almeno una zona, significa meno tempo impiegato per 'cercare le cose' e inoltre è meno probabile acquistare multipli di qualsiasi cosa perché puoi vedere ciò che hai già.

Cosa metti nella tua borsa, ed è essenziale, quando organizzi una casa o come in questo caso una cucina?
Ho sempre quello che chiamo il mio kit di attrezzi. Un piccolo zaino che contiene:

  • Grandi sacchetti di plastica (colori diversi per scopi diversi, ad esempio per la spazzatura, il riciclo, la beneficenza);
  • Post-it ed etichette;
  • Penne: pennarelli e evidenziatori;
  • Etichettatrice;
  • Forbici;
  • Guanti monouso trasparenti (particolarmente utili quando si lavora in cucina per l'igiene quando si tocca il cibo);
  • Bottiglia d'acqua (è un lavoro faticoso!).

Cosa pensano e quali sono le reazioni dei clienti quando finisci di organizzare una stanza? 
Il decluttering può essere molto terapeutico. I clienti spesso esprimono sollievo per un lavoro svolto che non devono preoccuparsi o pensare. Può anche dare una nuova vita alla stanza perché è più accogliente. Le cucine sono generalmente spazi sociali, quindi essere in grado di invitare un amico per un caffè e una chiacchierata senza essere circondati da superfici di lavoro ingombre rende l'esperienza molto più piacevole. Cucinare per tutta la famiglia è molto meno stressante quando sai esattamente dove trovare quella padella o un utensile particolare.

In generale, qual è il tuo suggerimento da condividere con i lettori di Casa Facile?
Se sei a corto di spazio, non tenere un oggetto perché 'potrebbe tornare utile' o un capo di abbigliamento perché potresti 'adattarlo di nuovo'. La maggior parte degli oggetti può andare in una nuova casa, (sia che tu voglia venderli o donarli in beneficenza), dove qualcun altro la utilizzerà, e così non lascerai che occupi spazio prezioso nella tua casa.

 

Grazie Nicky per i tuoi preziosi consigli.
Siamo pronti? Io ho già cominciato al canto di “Basta un poco di zucchero e la pillola va giù” quindi … 1,2,3 decluttering!

Guarda anche
Mettere in ordine

Come catalogare e conservare le ricette

Testi

Margherita Morbiato

Foto

Margherita Morbiato

Ti potrebbe interessare