Donna moderna
Mettere in ordine

Come catalogare e conservare le ricette

Maria Di Palma

Maria Di Palma  •  La caccavella

Blogger CF Style

Quaderni, schede e app per tenere traccia e mettere ordine nelle nostre ricette preferite.

Riviste e libri di cucina si accumulano sugli scaffali, la cartella dei preferiti straborda di link e quando avete voglia di cucinare qualcosa di nuovo non sapete da dove cominciare? Forse è il momento di fare un po' di ordine.

Sia che siate amanti della tecnologia che della cartoleria, ci sono tanti modi per mettere ordine e catalogare con cura le ricette che più vi piacciono. Da accumulatori seriali, tendiamo troppo spesso a conservare per un eventuale utilizzo futuro, che poi non arriva mai.

Chi ben comincia è a metà dell'opera.

Un po' per mancanza di tempo e un po' per il disordine, quando viene il momento di cercare o di ricordare una ricetta che avevamo conservato, per prepararla in un'occasione speciale, ci scoraggiamo e lasciamo perdere. La fase fondamentale è proprio la catalogazione, se perdiamo un paio di minuti a scrivere bene titolo e ingredienti principali, sarà più facile cercarla. Ecco gli strumenti utili per farlo al meglio.

 

Il caro vecchio quaderno

Carta e penna non falliscono mai, sono funzionali e ci permettono di sognare tra quaderni colorati, adesivi, linguette segnapagina e tante penne colorate. Il quaderno ad anelli, in questo caso è quello più pratico. Permette di aggiungere e spostare le pagine e si staccarle quando ci servono. Il formato A4 è quello più comodo e le bustine tengono le pagine sempre pulite. Utilissime le pagine rigide con le linguette laterali per dividere le sezioni.

Se invece ne volete uno già pronto all'uso in commercio se ne trovano tanti. Uno tra tutti il Recipe Journal di Moleskine. Organizzato in sezioni con le pagine divise per ingredienti e istruzioni, ha una tasca finale dove inserire ritagli o foto e adesivi per personalizzare le ricette.

La scatola con le pratiche schede

La soluzione perfetta se il vintage fa per voi. Da perfette Bree Van de Kamp potrete catalogare le ricette in comode schede colorate, da compilare rigorosamente a mano e da conservare in bellissime scatole di legno o di latta.

Si trovano già pronte su siti specializzati (pochi italiani, le più belle su RexLondon e LeGifts), oppure potete farle in casa con cartoncini colorati e ritagliati su misura della vostra scatola preferita. Su Pinterest trovate tantissimi template gratuiti da stampare e ritagliare (cercate printable recipe card).

Le app

Se la maggior parte delle ricette che conservate provengono da siti o blog, le app sono la soluzione migliore per tenerne traccia in maniera ordinata. Il vantaggio della tecnologia sta soprattutto nei tag, che consentono di ricercare per ingrediente o per preparazione specifica. Le mie preferite sono due:

  • Paprika permette di scrivere, salvare link e dividere in categorie direttamente dal web e di sincronizzarle tra diversi dispositivi. Consente anche di programmare il menù o di compilare la lista della spesa, con un'interfaccia veloce e intuitiva.
  • Evernote app nata per organizzare appunti e idee, è al momento la mia preferita per salvare le ricette. L'utilizzo di cartelle e sottocartelle è molto intuitivo, i tag facilitano la ricerca e può unire insieme diversi supporti. Se la ricetta viene da un blog potete salvare il link, se ve la detta per telefono la mamma potete scrivere un testo e se viene da una rivista (cartacea o digitale) basta una foto e un titolo.

 

Testi

Maria Di Palma

Foto

Maria Di Palma

Ti potrebbe interessare