Donna moderna
Idee per la tavola

Think pink: il rosa ispira la mise en place

Le sfumature del rosa hanno la capacità di adattarsi a occasioni e stili diversi: la mise en place non è mai stata così fresca e allegra.

Ultimamente il rosa sta perdendo la connotazione femminile e vive un momento di grande splendore nel décor della casa, grazie al suo potere di donare freschezza e giocosità a qualsiasi contesto.

Anche a tavola il rosa ‘sta-bene-con-tutto’: questa mise en place lo accompagna a piatti a tema floreale, cristallo e posate d’argento. Ma gli accostamenti possibili sono pressoché infiniti se si considerano le varie tonalità di questo colore, il mood e l’occasione. I rosa pesca, per esempio, fanno primavera, sono luminosi, allegri, conviviali; i rosa polverosi, più ‘maturi’ e sofisticati, sono adatti anche alle occasioni formali.

Ecco i consigli della colour designer Federica Capelli che ci spiega quali sfumature di rosa usare nelle diverse occasioni e come accostarle.

  1. Terracotta e pesca: ideali per un pranzo con le amiche, abbinali ai toni caldi del beige, arancio, giallo, corallo... e a un tocco di lilla/malva per un effetto wow! Completa con posate in ottone, pattern floreali, cristalli, rose e peonie.
  2. rosa antico: per un ricevimento elegante o una cena formale, con tocchi di beige, bordeaux e caffè. Qui posate in argento, candelabri, bicchieri in cristallo, ortensie, tanto verde e... osa le piume!
  3. rosa cipria: sovrapponi i toni polverosi, dal nudo al phard, al biscotto. Adatto per un tè delle cinque, si accompagna a tessuti di lino, accessori all’uncinetto, tazze della nonna, bronzo, rame e ottone anticato. E a spighe e fiori di campo dal tocco rétro.
Testi

Grazia Caruso

Stylist

Daniela Sola

Foto

Daniela Sola