Donna moderna
Decorare

Carta da parati per un veloce relooking

Si mette su muro, legno, metallo, piastrelle: oggi la carta da parati è una soluzione ‘easy’ per trasformare diversi tipi di superfici.

Sempre più spesso, la carta da parati viene usata anche come rivestimento per i bagni. Il segreto è trattare correttamente la superficie da rivestire, in modo che sia la colla, sia la carta con supporto in fibra di vetro (quella waterproof) aderiscano alla perfezione. Il muro è nuovo o rasato a gesso? Stendi prima una mano di colla per renderlo meno poroso.

Trattare la superficie

Il muro. Deve essere pulito, liscio, privo di muffa o crepe (che vanno sanate, stuccate e carteggiate) e bianco perché i supporti delle carte non sono coprenti, dunque si rischia di intravedere il colore della pittura sottostante. 

Le piastrelle. Sgrassale, stucca le fughe per livellare la superficie e stendi un fondo bianco a base di acqua, per ceramica (adatto anche per mobili in laminato).

Legno. Carteggialo e stendi della cementite bianca: uniforma e toglie i difetti.

Metallo. Passa un primer specifico bianco opaco, così che la colla possa aderire al supporto della carta. (Costo di posa da € 9 a € 20/mq)

I tipi di carta e le colle

In cellulosa: per applicare le wallpaper in carta ci vuole un professionista; la colla (a base di cellulosa e amido) va miscelata, stesa sul retro del telo e lasciata in posa per un tempo preciso prima di procedere alla posa.

In tessuto-non tessuto (tnt): dalla superficie vellutata o cerata, è la più semplice da applicare (anche fai-da-te) con colla vinilica già pronta da stendere a rullo sul muro.

Vinilica: molto resistente, si applica con colla specifica sul telo o sul muro a seconda delle indicazioni fornite dalle varie aziende.

In fibra di vetro: si posa con colla monocomponente specifica in locali umidi. Se usi il rullo incolli il muro, col pennello si incolla il telo.

Fasi preparatorie

  • Taglia la carta dal rollo lasciando un’abbondanza di 5 cm in alto e in basso (se tappezzi un mobile ritaglia le sagome dei vari pezzi).
  • Segna sul muro con la matita, aiutandoti con il filo a piombo per tirare le linee dritte, le larghezze dei singoli teli in modo da applicare, poi, la carta più facilmente.

 

La posa

  1. In base al tipo di carta, stendi la colla sul muro con il rullo per una fascia larga quanto il telo, o sul retro della carta con il pennello dal centro verso l’esterno.
  2. Lasciando un’abbondanza di 5 cm in alto e il basso applica la carta sulla parete (o sul mobile), partendo dall’alto e da un angolo della stanza.
  3. Fai aderire bene il telo alla parete, elimina le bolle d’aria passando la spatola e rifila le eccedenze. Procedi con i teli successivi posandoli a filo l’uno dell’altro.
Testi

Paolo Manca

Stylist

Giovanna Fra

Foto

Luca Begotti

Ti potrebbe interessare