Donna moderna
Zona studio

Salva-budget: la zona studio

Per una zona studio si spendono in media da € 650 a € 2.800. Non importa quale sia il tuo budget: noi ti aiutiamo a suddividerlo nelle varie voci di spesa.

COMPUTER

Se non si hanno esigenze di software professionali, velocità e potenza di calcolo e si sfrutta il ‘cloud’ per lavorare o studiare, i laptop e i desktop ricondizionati o rigenerati sono un’ottima occasione perché in media costano dal 20% al 60% in meno rispetto ai modelli nuovi, pur garantendo le licenze software dei sistemi operativi correnti.

SCRIVANIA

  • Con un tavolo (da pranzo) da €40-50 e cassetti in polipropilene impilabili da €10-15, risparmi il 30-40%.
  • A un adulto che studia o lavora per più di 2 ore al giorno, serve una scrivania larga cm 120-140 e profonda almeno 70-80 cm.
  • Fai-da-te? Abbina un piano in legno o mdf (da cm 100x150x3 €9) a due cavalletti (cm 75h €8-20 la coppia). Prima di montare, vernicia con un fondo all’acqua (€20/0,75 lt) e uno smalto opaco colorato (€10/0,5 lt).

ORGANIZZAZIONE E ARCHIVIAZIONE

  • Puoi creare una libreria adattabile nel tempo montando a parete dei sostegni a cremagliera (da €3,60 a €5 la coppia, cm 50h) cui agganciare reggimensole (da €2 prof. cm 30) e mensole (da €4, lunghe cm 100), personalizzabili con smalto colorato per legno e metallo (da stendere dopo un primer).
  • Per tenere organizzato l’angolo studio risparmiando, puoi creare una bachec o pegboard con i pannelli di masonite forati, pioli in legno e mini-mensole (da €15), oppure comporre una libreria-portaoggetti da parete: con cestelli in filo metallico da €18-20 (perfetti anche per la minuteria!), da verniciare nel tuo colore preferito e da fissare a muro con tasselli e ganci a L.

ILLUMINAZIONE

  • Le lampade da tavolo con braccio flessibile, diffusore orientabile e variatore di intensità (dimmer) sono tra le più costose, ma le più adatte per regolare la posizione e l’intensità della luce: quelle che si fissano al piano con un morsetto costano in media il 25-35% in meno di quelle con base d’appoggio; quelle in policarbonato o in alluminio costano il 20-40% meno di quelle in acciaio verniciato.
  • Mai risparmiare sulle lampadine: investi su bulbi a led dimmerabili con temperatura di colore tendente al neutro (da 3.500 a 4.500 gradi Kelvin, indicati sulla confezione): costano circa il 20-50% in più, ma se lavori per molte ore affaticano meno gli occhi.

SEDUTA

  • Scegli una classica sedia ergonomica con base girevole su ruote, braccioli ad altezza regolabile, schienale inclinabile che abbia imbottitura sagomata e rivestimento traspirante.
  • Le sedute basculanti con ‘pattini’ costano dai €250-500, ma hanno il vantaggio di allineare schiena, spalle e collo e di distribuire il peso tra bacino e ginocchia, riducendo la tensione nella zona lombare.
Progetto

Paolo Manca

Foto

disegni: Silvia Magnano

Ti potrebbe interessare