Donna moderna
Soggiorno

Realizzare l’angolo hi-tech formato famiglia in salotto

Nel salotto multimediale la star è la parete attrezzata, componibile con moduli versatili progettati ad hoc per sostenere il maxi schermo tv e contenere tutti gli apparecchi elettronici per l’home-cinema e il gaming. E per i più esigenti, ci sono gli arredi con impianti audio-video integrati.

Odi i grovigli di cavi a vista?

Le pareti attrezzate sono dotate di moduli chiusi e di schienali per sostenere maxi-schermi che, grazie ad accorgimenti tecnici ad hoc, permettono il passaggio nascosto dei cavi e delle eventuali connessioni tra gli apparecchi elettronici, lasciando intatta l’estetica del mobile tv.

La giusta distanza dalla tv

La regola impone di collocare il televisore a 90-100 cm di altezza da terra, ma bisogna prima capire a che altezza si trovano gli occhi mentre la si guarda: partendo da questa, la tv va posizionata in modo che 1/3 dello schermo rimanga sopra la linea degli occhi e i 2/3 vi si trovino al di sotto.
La distanza di visione (soggettiva) si misura moltiplicando la diagonale dello schermo (data in centimetri) per 2,3 se è un modello HD (High Definition), per 1,5 se è Full HD e per 1,4 se è Ultra HD.

Un esempio per tutti: una tv da 50 pollici con diagonale da 126 cm, ‘può essere vista’ a 290 cm di distanza se è una HD e a 176 cm se è una Ultra HD.

Testi

Elena Favetti e Paolo Manca - ha collaborato Elena Cattaneo

Ti potrebbe interessare