Donna moderna
Illuminazione

Luci ‘smart’ per semplificare la vita

Alessandra Barlassina

Alessandra Barlassina  •  Gucki

Blogger CF Style

Sono diventata mamma da pochi mesi, ma una cosa l’ho capita subito: bisogna semplificare!

Mosse da ninja e capacità multitasking possono non bastare quando hai un neonato in braccio, e rischi di vanificare ore di sonno perché hai dovuto fare un gesto banale come spostarti per spegnere o accendere le luci! Quando la mobilità è ridotta, puoi gestire dallo smartphone, con un dito.

Da dove devi cominciare

Le luci smart si possono usare in modo semplice: scarichi l’app dell’azienda produttrice e colleghi la luce al tuo wi-fi di casa. Se invece vuoi creare una vera Smart Home (e connettere luci, elettrodomestici, ecc.) devi acquistare anche un Hub centrale con cui gestire la casa. Ti conviene sceglierlo in base ai prodotti che già usi: HomeKit identifica i prodotti che si integrano nativamente con iPhone e iPad; se hai un cellulare con sistema Android, cerca il marchio Google Assistant; se hai già un prodotto Alexa di Amazon, scegli i sistemi con marchio Alexa. Anche Samsung ha sviluppato la sua app, si chiama SmartThings.

Cosa controlli dallo smartphone

L’intensità della luce: così puoi creare la giusta atmosfera per il gioco o per conciliare il sonno del tuo bimbo. La temperatura: puoi impostare un bianco più freddo durante la giornata, per passare poi a una luce calda alla sera; così un sola lampadina si adatta a tante situazioni. Il colore: con le lampadine più sofisticate puoi scegliere le sfumature giuste per ogni ambiente e creare ‘scene’ preimpostate da richiamare in un attimo con il tuo telefonino.

Guarda anche
Illuminazione

Nuove soluzioni per la luce artificiale

Ti potrebbe interessare