Donna moderna
Illuminazione

Come illuminare l’armadio in mansarda

Quante volte ti è capitato di trovarti davanti all’armadio e accorgerti che non riesci a distinguere il blu scuro dal nero? I guardaroba sono una zona in cui serve luce, ma che di solito non pensiamo a illuminare bene. Ecco un progetto ad hoc, per illuminare l'armadio su misura nella mansarda.

Il progetto

Ho proposto di realizzare un’illuminazione esterna con una doppia funzione: ad armadio aperto: illuminare bene gli abiti, il contenuto di cassetti e mensole; ad armadio chiuso: produrre un'illuminazione capace di valorizzare lo spazio sfruttando la proprietà riflettente delle ante bianche dell’armadio.

Ho usato la trave adiacente all’armadio per nascondere un unico lungo profilo angolare che alloggia la striscia led.

Il profilo a L mi ha permesso di indirizzare la luce verso ciò che dovevo illuminare (ante e abiti). Ho quindi aggiunto un regolatore di intensità per avere anche, all’occorrenza, una luce d’atmosfera.

MATERIALI USATI

  • Profilo Corner 20 di [AWG Lighting], in alluminio anodizzato per applicazioni ad angolo e sottopensile. Fornito con misura personalizzabile, in bianco o nero (in altri colori su richiesta) con copertura satinata.
  • Strip Led Easy 14.4W, 2700 K, CRI 80, 1240Lm/m di [Penta Architectural].

LE ALTERNATIVE

  • Dal design meno squadrato e disponibile in 8 finiture c’è CH 012 Led di [Design Luce].
  • Da installare sopra al top dell’armadio c’è Polar Up di [Domus Line]: un apparecchio a Led interamente in alluminio con uno spessore di soli 4 mm.

 

Consigli utili

  1. Ricorda sempre di far mettere un punto luce vicino alla zona dove monterai gli armadi: questo ti darà libertà, sia che tu voglia integrare in un secondo tempo con una luce progettata ad hoc per le tue/vostre esigenze, sia che abbia acquistato un’armadiatura che è già provvista di illuminazione interna.
  2. Nella scelta della sorgente a Led per l’armadio, consiglio di optare per l’acquisto
    di un prodotto con una buona resa cromatica: che abbia cioè la capacità di restituire fedelmente i colori dell’oggetto che illumina. La resa cromatica può variare da 0 a 100 CRI: un indice di resa cromatica elevato è un fattore che consente di riconoscere un led di qualità.
Guarda anche
Illuminazione

Illuminare il tavolo sotto le travi

Guarda anche
Illuminazione

Come illuminare la libreria

Testi

Giorgia Brusemini

Foto

Giorgia Brusemini

Ti potrebbe interessare